RCA – Decreto Bersani

bersani01g

Grazie al decreto Bersani c.d. delle liberalizzazioni, chi compra un’ autovettura (nuova o usata) può usufruire della stessa classe di merito che ha già per un’ altra autovettura, ed inoltre tale diritto è esteso ai componenti della famiglia, presenti nello stato di famiglia. Ovviamente per chi ha già delle auto assicurate con polizze stipulate prima dell’ aprile 2007 non può usufruire di tale decreto e cambiare la classe di merito.

vediamo degli esempi per meglio capire il funzionamento.

Esempio 1. Se il figlio compra un’ auto ed è nello stesso stato di famiglia dei genitori o del padre o della madre ottiene la stessa classe di merito di questi ultimi pur intestando l’auto a se stesso. Stesso discorso tra coniugi. Se supponiamo che il padre ha una classe 1 e la madre su un’altro auto la classe 8, il figlio può utilizzare l’attestato di merito del padre ottenendo la classe 1.

Esempio 2. Nel caso in cui si è proprietari di un’ autovettura e si acquista un’altra auto si mantiene la stessa classe di merito utilizzando l’attestato di rischio della polizza relativa alla “vecchia” autovettura, inoltre non vi è l’obbligo di stipulare il contratto con la stessa compagnia, basta presentare l’attestato di rischio presso un qualsiasi intermediario (agente) di una qualsiasi compagnia assicurativa regolarmente operante.

Le modifiche introdotte all’ art. 134 del Codice delle Assicurazioni private

Art. 134. Attestazione sullo stato del rischio

comma 3. La classe di merito indicata sull’attestato di rischio si riferisce al proprietario del veicolo. Il regolamento stabilisce la validità, comunque non inferiore a dodici mesi, ed individua i termini relativi alla decorrenza ed alla durata del periodo di osservazione. In caso di cessazione del rischio assicurato o in caso di sospensione o di mancato rinnovo del contratto di assicurazione per mancato utilizzo del veicolo, l’ultimo attestato di rischio conseguito conserva validità per un periodo di cinque anni.

comma 4. L’attestazione è consegnata dal contraente all’impresa di assicurazione, nel caso in cui sia stipulato un contratto per il medesimo veicolo al quale si riferisce l’attestato.

comma 4-bis. L’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato.

attraverso il Decreto-legge 31 gennaio 2007 n.7, c.d. Decreto Bersani, “Misure urgenti per la tutela dei consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di attività economiche e la nascita di nuove imprese”, al punto n. 2 dell’ art. 5 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1 febbraio 2007,  le trovate in un articolo presente in questo blog.

54 commenti su “RCA – Decreto Bersani

  1. Riporto nel suo blog la mia domanda che potrebbe essere di aiuto ad altre persone nella mia stessa situazione e alla quale è stato gentilissimo nel precisare che:

    la prima (A) ipotesi non è legale.
    la seconda (B) è un elusione della legge ma praticamente è fattibile.

    “Vorrei chiedere un vostro parere riguardo la situazione della mia rc auto.
    Attualmente possiedo un auto nuova intestata a me con una mia assicurazione in classe 11.
    Mi è stato consigliato, vista la mia età, di eseguire:

    CASO A) cointestare il mezzo a me e mio padre (quindi un passaggio di proprietà da me a me e mio padre), per usufruire del decreto bersani e passare in classe 1 (la classe di mio padre componente del nucleo famigliare a cui appartengo). [Alcune assicurazioni lo approvano altre no].

    CASO B) doppio passaggio di proprietà (da me verso mio padre, da mio padre verso me), per usufruire del decreto bersani e passare in classe 1 (la classe di mio padre componente del nucleo famigliare a cui appartengo). [Tutte le assicurazioni dicono che si può fare].

    Premettendo che in entrambi i casi risparmierei, chi ha ragione? chi mi propone il doppio passaggio o la cointestazione?
    Sono procedure legali o illegali?”

    Chiedo ulteriormente se:

    Nel caso io eseguissi l’ipotesi a con un’assicurazione che me lo permette, potrei avere problemi futuri? non dovrebbe essere l’assicurazione ad impedirmi tutto ciò? questa continua a dirmi che la cointestazione è possibile… sarei io a risponderne un indomani o posso considerarmi in “buona fede”?
    Grazie Eros.

  2. una volta che acquisisci una classe di merito questa diventa tua.
    “SE” trovi una compagnia che ti permette il caso A allora procedi, in questo modo risparmi un passaggio di proprietà.
    Viceversa la soluzione migliore sembra il caso B.

  3. Salve una domanda, io ho usufruito della Legge Bersani prendendo la classe di merito di mio padre cioè la prima e per il primo anno sono rimasto nella sua compagnia assicurativa, l’anno successivo sono passato in Zurich perchè ci lavorava un mio amico e la classe di merito me la sono portata dietro. Ora mi stà scadendo e dovrei rinnovarla, il problema è che il mio amico si è trasferito in Ras, e mi dice che da lui non potrei passare se non in 5 classe di merito perchè il cervellone centrale su cui si basa dice che è impossibile che io data la mia giovane età (24 anni) e la mia breve storia assicurativa (2 anni) anche se sono un fenomeno non posso essere in prima classe. Sempre il mio amico mi ha detto che pur rimanendo in Zurich, nel caso farei un grave incidente (colpa mia ovviamente) l’assicurazione mi assicurerà l’rc fino ad un certo punto poi dovrò pensare io al resto, perchè la mia classe di merito è non è quella che teoricamente mi spetta.
    Non so cosa pensare, non so cosa sia giusto, voglio solo che l’rc che stipulerò mi copri in tutto e per tutto, voglio vivere tranquillo.
    Cosa è giusto e cosa è sbagliato???

  4. Ciao non sono affatto d’accordo con quanto sostiene l’intermediario della “ex-Ras”, se effettivamente hai usufruito del c.d. Decreto Bersani la classe di merito che hai acquisito è definitivamente tua per sempre, ovvero in qualsiasi compagnia assicurativa intendi rinnovare il contratto r.c.a., alla scadenza, puoi utilizzare la classe di merito acquisita quindi quella attuale migliorata o peggiorata dal bonus-malus del periodo di osservazione in base al fatto se hai fatto sinistri o meno.

    Sul fatto degli incidenti anche qui mi trovo in disaccordo in quanto la compagnia assicurativa copre i sinistri sino al massimale definito in polizza che cmq non è inferiore a 774.000 € circa fino allo scorso anno, e non c’entra nulla la classe di merito del Decreto Bersani.
    Inoltre da quest’anno per legge i massimali sono aumentati (vedi l’articolo di riferimento in questo blog).
    Tranne che nel tuo contratto attuale vi è una “franchigia” allora in caso di sinistro il risarcimento alla controparte è dovuto da te sino all’ammontare stabilito dalla franchigia (ad es. 500 €) e la differenza dalla compagnia.

  5. Informati con altri agenti e vedrai che ti riporteranno le stesse informazioni.
    Secondo me il tuo assicuratore vuole solo convincerti a rinnovare la polizza con lui…

    Eventualmente fai un reclamo scritto alla compagnia Allianz e all’Isvap sulla disinformazione fornita dell’intermediario.

  6. Salve
    Sono una ragazza neopatentata che ha bisogno di qualche dritta per assicurare l’auto non nuova ma di seconda mano.
    Mi sono informata per quanto riguarda il decreto Bersani e volevo esporre la mia situazione: Mio padre assicurato con GenerTel ha la 1 classe di merito. Queste sono le mie domande:
    1. Devo obbligatoriamente rimanere nella stessa compagnia assicurativa di mio padre?
    2. In caso di incidente, la classe di merito scenderebbe anche a mio padre?
    3. La vettura posso intestarla a me così come l’assicurazione?

    Grazie in anticipo

  7. Ciao Elena, benvenuta nel blog
    in merito alla prima domanda puoi liberamente assicurarti presso una qualsiasi compagnia assicurativa utilizando l’attestato di tuo padre della genertel;
    in merito alla seconda domanda, la classe di merito è personale quindi un eventuale tuo sinistro farebbe scattare il malus soltanto alla tua classe di merito;
    in merito all’ultima domanda proprietario e contraente devono coincidere (tranne i coniugi in comunione di beni), quindi se la vettura è di tua proprietà anche il contraente della polizza devi essere tu.
    ciao

  8. Essendo intestatario di pilizza rca auto con classe di merito 01,perchè assicurando un motocilclo di cilindrata 850, sempre a me intestato e con la stessa compagnia, non si applica il decreto bBersani. Ma mi è stata riconosciuta solo una
    classe 13.
    Grazie ,saluti.

  9. @Nazzario
    Ciao Nazzario, purtroppo non puoi usare il c.d. decreto bersani per assicurare il motociclo utilizzando la classe di merito dell’autovettura, in quanto la legge parla di “medesimo veicolo”, quindi puoi usare la classe di merito per un’altra autovettura ma non per un mezzo diverso.

  10. Salve,avrei un quesito da porvi.
    Mia moglie possiede un veicolo assicurato in 1 classe chiamiamolo “A”
    io ho un veicolo assicurato in classe merito 9 chiamiamolo “B”
    ora dovrei vendere “B” e acquistare un’auto nuova “C”.
    Se chiudo il contratto assicurativo di “B” posso aprire per “C” un contratto nuovo usufruendo del decreto Bersani cosi’ da prendere la classe di merito del veicolo “A” senza incorrere in sanzioni?

  11. @maurizio
    Ciao Maurizio,
    benvenuto nel blog, devi stipulare un nuovo contratto utilizzando la classe di merito di tua moglie, dovresti fornire alla compagnia con cui stipuli il nuovo contratto, l’ultimo attestato di tua moglie e un certificato di famiglia.

    ps: non esiste nessuna sanzione, anzi è la legge Bersani a consentirlo!!!

  12. salve! io sono una neopatentata che devo comprare una machina . premetto che vorrei usufruire della legge bersani,ma non sono sicura se lo posso fare. il mio compagno e assicurato da tanti anni con generali e un classe di merito 1 . 1 posso usufruire anch’io di questa legge anche se allo stato di famiglia risutiamo una copia di fatto?2.la machina lo devo mettere a nome del mio compagno o lo posso mettere anche a nome mio ? Grazie anticipatamente

  13. @leda
    Ciao Leda benvenuta nel blog,
    l’articolo che disciplina il decreto bersani è il n. 134 comma 4 bis
    “4-bis. L’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato.”

    Per componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare secondo me si intende anche non un familiare, ma deve essere nello stesso stato di famiglia, tale documento può esser prodotot con autocertificazione.

    Tale precisazione sul componente convivente però può trovare una interpretazione diversa da compagnia a compagnia. Quindi prima di acquistare l’auto, fai un giro presso assicuratori e ti informi di quale documentazione vogliono.

    Oltre alla autocertificazione ti serve anche l’attestato di rischio del tuo ragazzo e il libretto dell’autovettura. In ogni caso il proprietario ed il contraente della polizza devono coincidere, ma puoi sicuramente sfruttare il bersani per ottonere la 1 classe del tuo ragazzo.

  14. sono possessore di una moto assicurata dal 2004 e attualmente in classe 14 per un piccolo sinistro nello stesso anno, polizza che sospendo nel periodo invernale mi scade la polizza a metà novembre visto che la moto non la usero fino ad aprile 2010 posso lasciarla scadere eventualmente con disdetta e riassicurarla in primavera con la classe di merito della mia auto che è la 1 ????

  15. @walter
    ciao walter, benvenuto nel blog
    non puoi utilizzare la classe di merito dell’auto sulla moto in quanto non sono della medesima categoria.
    Puoi tranquillamente far scadere la polizza, facendo disdetta 30 giorni prima ed in seguito riassicurare la moto con la classe di merito che avrai a scadenza (l’attestato ha validità 5 anni).

  16. Ciao a tutti!
    La mia auto, di cui sono proprietaro e intestatario della polizza RCA, è assicurata con Allianz-Ras e attualmente sono in classe 1.
    Idem per mia moglie che possiede un’altra auto in classe 5.
    L’articolo 134 fa riferimento ad un “nuovo contratto” per un “ulteriore veicolo” quindi l’auto non deve essere nuova, giusto?
    Nel mio caso se la moglie desse disdetta e poi stipulasse un nuovo contratto (sempre con Ras) avrebbe diritto alla classe 1 come me?
    In alternativa possiamo passare entrambi e contemporaneamente ad altra compagnia per ottenere i vantaggi del decreto?
    Grazie.

  17. Ciao Roberto, per ulteriore veicolo si intende un mezzo che non sia già di proprietà. Quindi sui veicoli di proprietà tuoi e di tua moglie non potete far un nuovo contratto utilizzando il “Bersani”.
    Diverso è il caso nel caso in cui acquisti un nuovo veicolo (nuovo cioè diverso da quello attuale) allora potresti far un nuovo contratto utilizzando la classe di merito più favorevole.

  18. Buongiorno a tutti,
    avrei una domanda da farvi…
    ad inizio settembre ho venduto la mia auto per comprarne un’altra usata…il mio assicuratore, invece di propormi la Bersani (mia moglie e’ una sua assicurata in CU 1) mi ha fatto pagare la differenza sulla polizza della vecchia auto invece di sostituirla con una piu’ conveniente ed adesso (alla scadenza semestrale) mi dice che non posso fare piu’ nulla e tenermi la mia CU 8 e pagare oltre 700 euro ogni sei mesi…e’ una cosa che legalmente poteva fare? posso intervenire in qualche modo per far valere il mio diritto??? help me please.
    Sebastiano

  19. Purtroppo hai stipulato un contratto, quindi adesso non puoi far nulla. E neanche alla scadenza.
    Puoi solo sfruttare il decreto Bersani non appena cambi autovettura.
    Intanto fai una cosa saggia, cambia intermediario assicurativo (il tuo assicuratore), non mi sembra molto “leale” o “preparato”.

  20. Buongiorno, vorrei chiarire questo mio dubbio prima di acquistare la mia nuova polizza RC auto.
    Sono proprietario da tempo di una automobile a me intestata e assicurata ( = a me persona fisica), con cui ho maturato una ottima classe di merito non avendo mai avuto incidenti.

    La società di persone (SNC) di cui sono amministratore sta per acquistare una automobile che dovremo assicurare: è possibile stipulare una polizza Rc per questa autovettura a nome della società SNC in questione ma godendo della mia classe di merito personale maturata fino ad oggi?

    Nel caso la risposta fosse affermativa, devo rinunciare alla mia automobile privata o posso continuare a possedere una macchina intestata a me ed un’altra intestata alla mia società SNC entrambe con la stessa classe di merito?

    Grazie e saluti

  21. Ciao Lorenzo, come recita l’art, 134
    “comma 4-bis. L’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla PERSONA FISICA già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare….”

    non puoi utilizzare il decreto Bersani per l’auto della società in quanto è un beneficio per le persone fisiche.

  22. caso : mio padre ha un attestato del maggio 2005 relativo ad un’autovettura ferma da allora . non abbiamo altre polizze auto in casa . io posso usufruire di quell’attestato anche se vecchio, o deve essere un attestato in corso di validita’ per l’applicazione della L.Bersani?
    grazie

  23. Ciao Giorgio, l’attestato di rischio è valido per 5 anni, quindi se sei un familiare convivente di tuo padre puoi utilizzare l’attestato di rischio di tuo padre per ottenere la stessa classe di merito.
    Inoltre consiglia a tuo padre se dovesse servirgli in futuro utilizzare la classe di assicurarsi prima di maggio 2010.
    ciao e continua a visitare il blog.

  24. buonasera, se faccio un passaggio di prorpietà intestando a me la macchina di mio padre, posso poi usufruire della bersani? se non è possibile, mi può citare il riferimento del decreto? GRAZIE

  25. Ciao Valentina, se hai ben letto l’articolo il riferimento normativo è l’art. 134 del codice delle assicurazioni private, lo stesso recita di “ulteriore veicolo” quindi sembra inteso che un passaggio di proprietà all’interno dello stesso nucleo familiare non sia regolare per utilizzare il bersani.
    In ogni caso ogni compagnia assicurativa ha delle norme gestionali diverse quindi basta che fai un giro da diversi agenti e provi.

  26. Ammesso che riesca a trovare un assicuratore disposto ad effettuare questa operazione, se poi viene riscontrata la difformità all’applicazione del decreto(anche successivamente magari per cambio di compagnia) potrei avere problemi in caso di sinistro o potrei essere declassata? GRAZIE ANCORA

  27. Alessandro,

    espongo un caso un po’ complesso(per me): mio padre intestatario di due auto(veicolo A e veicolo B) con stessa compagnia(online): veicolo A in classe 4a, veicolo B in classe 9a.
    Io sono in classe 11 con il veicolo C e casualmente con la stessa compagnia online di mio padre.
    Al momento abbiamo residenza diversa ma entro 1 mese la residenza coinciderà ossia stessa via e stesso civico(no stesso nucleo familiare).

    Ho necessità di farmi intestare il veicolo A la cui assicurazione scade il 19 dicembre.
    Resterei anche proprietario del veicolo C.

    Domande:

    1) come posso intestarmi il veicolo A ottenendo la classe 3a(visto che a giorni arriverà l’attestato di rischio con classe di destinazione nuova dalla 4a alla 3a non avendo mio padre avuto incidenti)?

    2) come potrei ottenere poi la stessa classe per il mio veicolo C(scadenza agosto)? Devo interrompere per qualche giorno l’assicurazione o è impossibile oramai senza passaggi doppi di proprietà?

    3) come mio padre potrebbe ottenere la classe 3a per il veicolo B attualmente in 9a?

    4) e’ sufficiente l’invio dei documenti in cui si evince lo stesso indirizzo di residenza? O è necessaria una modifica dello stato di famiglia? Ovvio che al momento io costituisco nucleo familiare per conto mio e mio padre un altro.

    Ti ringrazio in anticipo per la risoluzione del rompicapo ma io e mio padre non siamo in grado di venirne a capo… sempre che sia possibile avere tutte le auto in classe 3a.

    Cordiali saluti

  28. Rileggendo meglio il quesito di Valentina e la risposta direi che vengono da se tutte le risposte.
    Occorre acquistare automobili non appartenenti attualmente nè a mio padre nè a me. Quindi nella situazione in cui mi trovo non si può fare nulla.
    E’ corretto quanto deduco?

    Grazie

  29. Ciao Alberto, come già detto ad altri, puoi provare a far un giro presso agenti di assicurazione, e chiedere di assicurare un veicolo che stai acquistando da tuo padre (veicolo A) utilizzando la classe di merito di tuo padre come familiare convivente, puoi fare un autocertificazione per quest’ultima cosa.

  30. Buongiorno,
    devo assicurare un’auto prima immatricolazione, non posso usufruire della Bersani quindi dovrei partire dalla classe 14. Una compagnia molto nota mi ha proposto di stipulare, oltre alla normale rca/furto/incendio&co, una polizza antinfortunio personale da 120 euro annuali (con possibilità di non rinnovarla allo scadere del primo anno). In questo caso mi assicurerebbero l’auto partendo dalla classe 8. E’ possibile/legale? Grazie

  31. Ciao Manuela, benvenuta nel sito!
    dovrebbe esser tutto legale nel senso che ottieni uno sconto nel seguente modo:
    se stipuli la polizza infortuni ti applicano la tariffa r.c.a. come se avessi la classe di merito 8 nella loro scala. Attenzione però la la classe di merito unica (C.U.) è sempre la 14!!!

  32. Grazie per la pronta risposta e per il caloroso benvenuto!
    In realtà mi è stato detto che questa classe di merito dall’anno successivo alla stipula rimarebbe anche nel caso in cui io dovessi decidere di non rinnovare la polizza infortuni, e addirittura me la porterei dietro anche cambiando assicurazione, perché una volta acquisita una classe di merito non si può tornare indietro (salvo il caso in cui si verifichi un sinistro).
    Non mi pare una classe di merito interna… la C.U. non può seguire questo iter?

  33. Cara Manuela, ciò che le hanno detto non ha conformità a nessun articolo del codice delle assicurazioni private.
    Provi a far mettere per iscritto che come prima sottoscrizione di contratto per un veicolo assicurato la prima volta ottiene come classe CU l’8, mi faccia sapere cosa le dicono!

  34. Buongiorno , volevo una delucidazione su questo caso :
    Un cliente ha attualmente una autovettura con Cu 6 intestata alla società; adesso questo stesso cliente vorrebbe assicurare un altra autovettura avente come contraente non più la società in questione ma all’amministratore della stessa.

    Da quanto ne sapevo io non si può fare , e cioè società e amministratore della società sono due soggetti separati, uno giuridico e uno fisico.

    Scrivo perchè mi è giunta voce che , con l’amministratore di società, si potrebbe fare ma vorrei avere la conferma.

    Ringrazio anticipatamente per la risposta

    Un saluto

  35. Ciao, ho la patente da quasi 18 anni ma non ho mai avuto un’auto mia (uso quella di mio marito o mia madre e giro in scooter).
    Oggi ho acquistato la mia prima auto e vorrei sapere se posso applicare la Bersani per prendere la classe 1 di mio marito. LO chiedo perchè in alcune FAQ di assicurazioni online trovo la dicitura “in comunione dei beni”. Noi siamo in separazione dei beni.
    Mi confermate?
    In caso alla sua compagnia mi facciano storie io posso chiedere la Bersani e assicurarmi anche con una compagnia diversa?
    Grazie ciao Sara

  36. Ciao Sara con il decreto bersani devi essere un familiare convivente. Quindi puoi usare la migliore classe di merito più conveniente in famiglia.

    Il discorso della comunione dei beni è per stipulare un contratto r.c.a. in cui proprietario e contraente possono essere due persone diverse, per l’appunto marito e moglie in comunione dei beni. In tutti gli altri casi non può esser diverso.

    Il Bersani invece è per utilizzare si la classe di un altra persona ma proprietario e contraente devono essere la stessa persona.

  37. Fu così che ebbe fine la tariffa bonus-malus ed il padre che partìì dalla altissima 14 classe di merito arrivò alla prima classe con sacrificio e la regalò alla figlia che arrivò subito alla prima senza nessuna trafila.
    W la nuova equità sociale!

  38. Salve,
    ho un problema inerente al decreto Bersani.Io sono proprietario di un’auto nuova e sono convivente con mio padre il quale aveva assicurata la vecchia auto che è stata venduto e sospesa la polizza…..nella vecchia auto presso la mia compagnia avevo contraente e proprietario mio padre…ora io voglio prendere la sua classe ma all’assicurazione mi hanno fatto una nuova polizza con contraente sempre mio padre e proprietario io.Loro dicono che vale lo stesso e io mi prendo la prima classe, è vero questo?Non devo essere contraente e proprietario per aderire al Bersani e prendermi la classe?

  39. Ciao Daniele, non è assolutamente la stessa cosa!
    il contraente è tuo padre e non tu, quindi la classe di merito è sua.
    E’ possibile che hanno usato lo stesso contratto effettuando il cambio di veicolo assicurato?
    Secondo me ti conveniva far un nuovo contratto con proprietario e contraente “tu”… utilizzando il bersani con l’attestato di rischio di tuo padre che ha validità 5 anni.
    E tuo padre può in futuro utilizzare la sua classe di merito quando acquisterà un’altra auto.

  40. Mah guarda sicuramente hanno fatto un grandissimo casino…mi è arrivata oggi la polizza e mio padre è contraente ed io proprietario però il mio nome non compare da nessuna parte….poi mi hanno detto che la classe di merito verte sul proprietario del veicolo…mah nn ci sto capendo più niente….tutto nasce che il contratto è collegato al contratto internet banking della mia banca e continuano con quel contraente li…oramai non ci faccio più nulla anche se ho letto che è il proprietario il titolare della clsse di rischio….e il contraente solo che paga….boh!

  41. Dal Codice delle Assicurazioni (articolo 134 comma 3) :”La classe di merito indicata sull’attestato di rischio si riferisce al proprietario del veicolo. Il
    regolamento stabilisce la validità, comunque non inferiore a dodici mesi, ed individua i
    termini relativi alla decorrenza ed alla durata del periodo di osservazione. In caso di
    cessazione del rischio assicurato o in caso di sospensione o di mancato rinnovo del
    contratto di assicurazione per mancato utilizzo del veicolo, l’ultimo attestato di rischio
    conseguito conserva validità per un periodo di cinque anni”-
    Il Contraente è solo chi paga.
    A presto!

  42. quindi mi hanno fatto il bersani visto che mio padre è contraente ed io il proprietario convivente?ma alla scadenza della polizza l’attestato che emettono non è intestato a mio padre?come faccio poi io che non compaio da nessuna parte?

  43. Il decreto Bersani parla che al momento dell’acquisto di un ulteriore veicolo acquistato dalla persona fisica già titolare di una polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare non può essere assegnata una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella del primo veicolo.
    Occorre non fare confusione quando questo decreto parlare di titolare di una polizza assicurativa non fà riferimento al contraente in quanto, come ho già detto, secondo il codice assicurazioni articolo 134 comma 3, titolare del contratto è il proprietario.
    Tu potevi usufruire del decreto bersani se sei residente con tuo papà.
    Il tuo nome dovrebbe comunque compare sull’attestato di rischio in quanto, la maggior parte delle compagnie indica: Contraente e Proprietario.
    Se non compare non è un problema, almeno non dovrebbe, perchè fà fede anche il certificato al Pra.

  44. beh io ho fatto il Bersani e sono proprietario al pra…l’assicurazione oggi mi ha detto che guardano anche quello se si sposta l’assicurazione da un’altra parte anche perchè gli ho chiesto ma alla scadenza dell’annualità a nome di chi viene emesso l’attestato di rischio?E loro mi hanno detto a nome del contraente ma che cmq non è un problema perchè la classe è del proprietario in questo caso io….mah!Ho visitato il tuo sito e ti verrò a visitare spesso…ti rispondo qui per comodità perchè di la non ho trovato il form per rispondere.
    Grazie

  45. Ciao Daniele, ormai hai cmq stipulato il contratto.
    Alla scadenza chiedi al tuo intermediario di far cambiare nome nell’attestato, in quanto tu sei proprietario e quindi anche se al momento è indicato contraente tuo padre, la classe di merito cosi come ha detto giustamente la ns amica del blog “assicuratriceinrosa” secondo l’art. citato, è del proprietario.
    a presto

  46. Ciao Davide, non capisco la tua perplessità, non è una scelta arbitraria delle compagnie assicurative il pagare o meno!
    se il veicolo è assicurato contro il furto, e questo è stato rubato la compagnia risarcisce il mezzo per il valore assicurato o al max il valore commerciale al momento del furto.
    Quindi sei assicurato contro il furto? hai rinnovato la polizza?
    considera anche che in genere da contratto ci sono 60 gg tecnici prima del pagamento per verificare se il mezzo assicurato viene itrovato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.