Preventivatore unico R.C.A.

 Il nuovo sistema online istituito dall’ISVAP per confrontare le offerte di tutte le compagnie

Dal nome sembra una sorta di mago o un’austera figura del medioevo  ma grazie a lui sarà più semplice e chiaro per i cittadini confrontare, con un’unica sessione di collegamento ad internet, i preventivi Rc auto di circa 70 compagnie classificati in ordine di convenienza economica.

Esso sarà sicuramente utile per una prima verifica delle offerte presenti sul mercato, in un secondo momento il consumatore potrà comunque rivolgersi direttamente alla compagnia per approfondire e definire le condizioni contrattuali scelte. Ciò consentirà agli utenti di scegliersi la compagnia più vicina  alle proprie esigenze e di avere una più immediata conoscenza del mercato.

Rispetto ai servizi online comunemente presenti in internet, il preventivatore unico dell’Isvap  si distinguerà per la sua ampia gamma di formule e compagnie presenti nel suo database.
Al consumatore spetterà solamente compilare una sorta di questionario in base ai suoi requisiti ed esigenze assicurative; chiaramente più il questionario sarà completo e maggiore sarà la precisione della formula trovata.

I premi calcolati dal preventivatore saranno basati sulle tariffe praticate dalle compagnie, senza riferimenti quindi a sconti, convenzioni, altre formule tariffarie diverse dalla formula più diffusa, il bonus-malus od opzioni e il massimale indicato sarà quello minimo per legge ( 775 mila euro circa).

E’ bene sottolineare che tale strumento riguarderà solo i nuovi contratti e non i rinnovi; in questo caso l’assicurato, visto che deve ricevere  comunicazione del futuro premio 30 giorni prima del rinnovo, potrà utilizzare il preventivatore per guardarsi virtualmente intorno e cercare altre offerte sul mercato.

Ci riserveremo comunque di darvi delle “dritte”, dei consigli utili su come risparmiare sull’acquisto delle polizze Rc auto avendo sempre ben chiaro e presente che il premio non è tutto: anche le condizioni contrattuali concorrono alla “buona polizza”.

5 commenti su “Preventivatore unico R.C.A.

  1. Ciao, mi sembra doveroso sottolineare che già in passato vi erano siti internet di preventivazione r.c.a., in cui inserendo dei dati richiesti, ti fornivano informazioni sulle tariffe più convenienti.
    Ma bisogna anche evidenziare che molti di questi riguardano siti di broker i quali offrivano sicuramente un ottimo servizio ma legato ad un numero limitato di compagnie assicurative, altri siti sono di società di consulenza i quali hanno creato un preventivatore più ricco rispetto a quelli di broker, ma limitato sempre alle sole compagnie aderenti al meccanismo ed inoltre non tiene conto di tutte le personalizzazioni delle tariffe e sconti applicabili dalla singola compagnia.
    Il preventivatore Isvap mostrerà i premi r.c.a. di tutte le compagnie operanti in Italia, già questo fattore indica maggiore completezza.
    Unico difetto è che per ragioni di semplicità del programma, ovvero affinchè chiunque possa utilizzarlo, attraverso un minimo di informazioni richieste, per ottenere la tariffa più conveniente, il premio evidenziato nel preventivatore non sarà poi quello ultimo in quanto ogni compagnia ha numerosissimi fatori disciminanti per personalizzare al massimo le tariffe.
    Pertanto un mio consiglio dopo aver ottenuto la classifica delle tariffe migliori, è di prendere in considerazioni almeno le prime 5 e poi, con un po di tempo da dedicare, ricalcolare il premio r.c.a. sul sito internet istituzionale delle compagnie o recarsi verso le agenzie più vicine, le quali godono di sconti messi a disposizione dalle compagnie assicurative per la clientela.
    Ricordo che le compagnie hanno l’obbligo di legge di inserire nel proprio sito istituzionale il preventivatore r.c.a., il cui premio calcolato nel sito stesso è quello che verrà richiesto al momento della stipula della polizza.

  2. Una considerazione importante da fare è “questo preventivatore farà diminuire le tariffe”?
    A mio avviso no, in quanto ogni tariffa di ogni compagnia è basata sull’equilibrio finanziario per poter far fronte agni impegni assunti nel tempo.
    E’ altrettanto vero che il preventivatore porterà maggiore trasparenza sulle tariffe praticate in Italia, ciò portera nel tempo alle compagnie interessate al ramo r.c.a., quale prima fonte di business, ad attuare tariffe più competitive.
    Una delle cause dei c.d. cartelli di cui si pensa che vi sia stato in Italia in ambito r.c.a. è dovuto ad uno scarsissimo turn over cioè cambiare compagnia assicurativa ogni anno verso quella che pratica il prezzo più cponveniente, ciò per il vecchio regime monomandato in cui gli agenti avevano tutto l’interesse affinchè la clientela rinnovasse la polizza sempre con la stessa compagnia, ovviamente per non perder la provvigione; regime di monomandato abolito dal famoso decreto Bersani. Altro fattore di causa è la forma mentis italiana non abituata all’utilizzo di canali alternativi tipo internet sfruttando le compagnie online o telefoniche.

  3. questo preventivatore non fornirà alcun servizio a nessuno se non a coloro che lo ha realizzato ben pagati con i nostri soldi pubblici ed ai politici, isvap inclusa, che lo sbandiereranno all’inizio e lo “affonderanno” poi nel silenzio più assoluto. Resterà solo la “grande” impresa di liberalizzazione, libertà e trasparenza del mkt iniziale, purtroppo. Staremo a vedere.

  4. Ciao in effetti in Italia è una cosa frequente lo sperpero del denaro pubblico. Non voglio prendere le parti di nessuno ma almeno l’Isvap non utilizza denaro dei contribuenti ma gestisce l’istituto attraverso le entrate provenienti dalle sanzioni effettuate alle imprese assicurative e/o agli intermediari e attraverso i contributi pagati dagli intermediari.
    Il preventivatore ha uno scopo utile ovvero non quello di dirti soltanto chi fa il “prezzo migliore” ma di far abituare la gente a ottenere il maggior numero di preventivi per sensibilizzare cosi le compagnie ad un mercato di concorrenza.
    Per anni invece soprattutto con il vecchio regime di monomandato (per fortuna abolito dall’ex ministro bersani) sia per interesse dell’intermediario sia per pigrizia della gente si rinnovava la polizza r.c.a. sempre presso la stessa compagnia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.