Un nostro visitatore del Blog ci ha scritto per avere maggiori informazioni sul concorso di colpa e consigli su cosa fare per un incidente che ha subito in moto….

Sono numerosi i casi che lasciano dubbia interpretazione alle percentuali di responsabilità su un sinistro…

Salve,

innanzitutto complimenti per il blog: lodevole iniziativa per
fare chiarezza nella giungla assicurativa.

Il mio dubbio è questo:
sono fermo sopra la mia moto per rispondere al cellulare, casco sul
serbatotio, accostato al margine destro della carreggiata, ma in senso
contrario al senso di marcia.

Arriva una autovettura, nel corretto
senso di marcia, e inavvertitamente mi sperona, facendomi rovinare a
terra e causandomi una serie di danni alla moto per un importo di circa
1500 euro.

Dal mio legale e da quello dell’altra parte mi viene detto
che sussiste concorso di colpa al 50 per cento, in quanto io ero fermo
in senso contrario al senso di marcia, per non parlare del fatto che
ero senza casco, e mi invitano ad accettare per evitare la causa
civile.

Ribadisco, e ho testimoni: ero fermo e parlavo al telefono
seduto sopra la moto, per quanto in senso contrario al senso di marcia,
ma accostato al margine della carreggiata.

Dal mio punto di vista
ritengo che potrei essere solo passibile di contravvenzione per
infrazione al codice della strada, ma non certo di parte della colpa
del sinistro.

Cosa ne pensate? Dovrei accettare il concorso o
procedere a causa cvile?

Grazie anticipatamente e ancora complimenti
per il sito web.

Marcello Ragusa