Un bizzarro scooter giapponese - sarà assicurato?

Anche nelle assicurazioni scooter (che sono in sostanza assicurazioni per motorini) è presente, come in quelle per moto o auto, la formula del bonus malus. Una formula che prevede una situazione svantaggiosa per chi ha avuto incidenti e una situazione vantaggiosa per chi non ne ha avuto. Questo sistema utilizzato da anni dalle assicurazioni rca si basa sulle classi di merito, ovvero posizioni che si perdono o si guadagnano a seconda dei sinistri in cui siamo stati coinvolti. Chi ha avuto meno incidenti sarà in una classe di merito bassa e pagherà meno, mentre chi ha avuto più incidenti sarà in una classe di merito alta e pagherà di più.

Proprio per questo motivo molte persone trovano conveniente far stipulare l’assicurazione scooter anche a una persona diversa dall’abituale conducente, se in una classe di merito più vantaggiosa. Ad esempio è il caso frequente di un genitore che firma il contratto per lo scooter che viene normalmente usato dal figlio. Ma anche se a firmare fosse il figlio il sistema del bonus-malus potrebbe comunque rivelarsi conveniente in caso non si vada di frequente incontro alla probabilità di incidenti. Se invece si abita nelle grandi città e si frequentano zone molto trafficate il rischio di incidenti, anche piccoli, è più alto e il bonus malus può non essere molto conveniente.

Ricordiamo infine che è possibile stipulare una assicurazione scooter temporanea, prevista per quei casi in cui il ciclomotore viene utilizzato solo in alcuni periodi dell’anno. In questo modo è possibile pagare l’assicurazione solo per i mesi in cui lo scooter circola nelle strade e non è fermo in garage.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.