Risparmiamo sulla polizza r.c. auto

Risparmiare sulla polizza r.c.auto, tutti ne parlano dalle associazioni dei consumatori ai clienti. Ma ciò che ci aspettiamo veramente è che la compagnia con cui siamo assicurati riduca ogni anno il prezzo? o risparmiare effettivamente tanti denari trovando la tariffa migliore?

Siamo a fine anno, e molti di noi pensiamo di cambiare l’ auto, per acquistarne una nuova o sostituire la “vecchia”.

Su internet esistono tanti articoli di blog di assicurazioni o pagine di siti internet di broker o compagnie assicurative che “consigliano”  l’acquisto di polizze r.c.a. facendovi risparmiare.

Ma sono i consigli giusti? sono i migliori suggerimenti? sono privi di conflitto di interesse?

Prima di tutto per risparmiare si può utilizzare il c.d. “decreto Bersani” per stipulare la “nuova” polizza con  la classe di merito già in nostro possesso o quella di un convivente presente nel nucleo familiare, cosi facendo avremo un prezzo decisamente inferiore rispetto alla classe d’ingresso (14esima). Per saperne di più….

Abbiamo preparato un percorso utile e semplice per orientarsi nel mondo dell’ r.c.a. e risparmiare davvero! Con due semplici mosse il gioco è fatto!!

1) Facciamo un preventivo con il “preventivatore Isvap”, a differenza dei vari preventivatori presenti in internet il cui preventivo deriva da un campione di imprese assicurative (cioè solo alcune) con cui hanno un accordo commerciale con il sito stesso per l’elaborazione del prezzo r.c.a., il preventivatore Isvap tiene conto dei “prezzi” di TUTTE le imprese. Il preventivo è gratuito ed anonimo, ovvero basta effettuare una breve registrazione al sito fornendo soltanto un indirizzo email  in cui ricevere il preventivo. Per saperne di più….

2) Dobbiamo ottenere il preventivo dalle singole compagnie, in modo da ottenere un ulteriore sconto rispetto al prevenitvo indicato dal preventivatore Isvap. Per saperne di più….

Recuperiamo la email inviata dall’Isvap con i preventivi del “preventivatore” e prendiamo in considerazione in base al tempo a nostra disposizione almeno le prime 5 compagnie ordinate in base al prezzo; poi distinguiamo se le 5 imprese assicurative operano attraverso il canale di vendita on-line o tramite intermediari (agenti, banche, broker).

Come facciamo a sapere come vendono le polizze? Semplice andiamo nel loro sito internet. Per saperne di più….

Attenzione però che il preventivo fatto sui siti delle compagnie è solo indicativo, in quanto la stipula del contratto va fatta presso i loro canali di vendita (agenti)  i quali inoltre godono di un ”monte sconti” cioè la possibilità di fare uno sconto sul prezzo della polizza (pertanto senza lo sconto il prezzo della sola r.c.a. è quello indicato nel preventivo del sito internet). Caso diverso è per le compagnie che operano telefonicamente o tramite internet le quali stipulano il contratto direttamente online.

Una delle cause principali dei prezzi elevati per le polizze r.c.a. sta proprio nel fatto che le persone generalmente non vanno alla ricerca della compagnia che pratica il miglior prezzo!

Ovviamente come abbiamo già fatto presente più volte nel nostro blog, non bisogna considerare solo il prezzo di una polizza r.c.a., ma anche le garanzie aggiuntive che offrono con i relativi massimali o franchigie, e soprattutto la tempistica di liquidazione dei sinistri.

Vi auguriamo buon 2010.

 

26 commenti su “Risparmiamo sulla polizza r.c. auto

  1. Risparmiare si facendo un confronto con tante compagnie ma attenzione agli sconti commerciali!!!!
    Sono sconti temporanei e virtuali: un anno ci sono e poi? Boh???
    C’è gente che l’hanno scorso pagavano 100 e quest’anno, pur non avendo causato alcun sinisto, si trova a pagare 200 euro.
    Proprio grazie a questi sconti commerciali.
    Rivolgetevi al vostro intermediario assicuativo e se è corretto vi spiegerà cosa sono questi diabolici sconti commerciali.
    Che sembrano una cosa buona…..ma…..

  2. Io invece consiglio Assicurazione.it, il comparatore prezzi che permette di confrontare ed acquistare polizze auto/moto: http://www.assicurazione.it
    Vengono confrontate 16 compagnie assicurative diverse… e il form da compilare è semplice e veloce.

  3. Io ho utilizzato sia il preventivatore unico del’Isvap sia quelli di web privati, sono sicuramente utili per avere un quadro generale dei prezzi praticati dalle compagnie assicurative sulla base delle personali condizioni.
    E’ chiaro e sono d’accordo che non bisogna guardare al prezzo ma anche alle condizioni contrattuali.
    E’ importante sia il servizio reso dai consulenti assicurativi (per non trovarsi nelle condizioni di non avere le coperture necessarie al momento di un sinistro), sia il servizio reso dalla compagnia al momento della liquidazione dei sinistri.

  4. Chiedo lumi su questo quesito.Ho una assicurazione e sono in prima
    classe .Sto per rottamare l auto e prennderne una intestata a mio padre
    che non guida piu e ha consegnato la sua polizza ,ha 87 anni, premetto
    che non coabito con mio padre e non sono sul suo stato di famiglia .
    Vorrei sapere come devo fare per non perdere la mia classe.Come fare
    per fare la polizza con la macchina intestata a lui e la polizza
    intestata a me? grazie anticipatamente buona giornata

  5. Ciao Lucia, non conosco i motivi per il quale vuoi intestare l’auto a tuo padre ma cosi complichi il caso.
    Allora l’ultimo attestato di tuo padre ha validità 5 anni quindi se ancora non sono passati puoi utilizzare quello.
    Non è possibile per legge intestare l’auto ad una persona e fare contraente un’altra persona diversa dal coniuge in comunione dei beni. Ad eccezione dei casi antecedenti al 2005.
    Inoltre il decreto bersani non può esser utilizzato in quanto bisogna esser un familiare convivente.

    Quindi se è necessario intestare l’auto a tuo padre usa il suo ultimo attestato; il tuo attestato avrà validità per 5 anni.

  6. Prima cosa non capisco se l’auto che stai per rottamare è intestata a te o a tuo padre.
    Quello che conta per la tariffazione è l’intestatario dell’auto.
    L’articolo 134 comma 3 del codice delle assicurazioni infatti disciplina che la classe di merito indicata sull’attestato di rischio si riferisce al proprietario del veicolo.
    Sulla polizza, quindi, puoi indicare un contraente diverso dal proprietario, indicando comunque per legge anche l’intestatario al pra, ma sappi che la tariffa e la classe di merito si riferisce solo ed esclusivamente al proprietario dell’auto.
    Se l’auto vecchia quindi fosse tua e la nuova è proprietà di tuo papà vai a perdere la classe di merito.
    Un consiglio: a parità di età è meglio sempre far iniziare una storia assicurativa alla persona più giovane in modo che possa iniziarsi a creare un attestazione di rischio personale che sta diventando importante come un documento di identità.

  7. Sono andata a vedere e la polizza mio padre l ha consegnata nel 2007 ,quindi come posso fare
    per riavere il suo attestato di rischio? L assicuratore e tenuto a darmi l attestato o puo rifiutarsi? se lo facesse cosa devo fare? grazie per l aiuto PS la macchina da rottamare e intestata a me e la macchina di mio padre fu presa con la legge 104

  8. Ciao Lucia recati presso l’assicuratore di tuo padre, fai la richiesta e l’agente provvederà a richiederlo alla compagnia assiccurativa. Quest’ultima è obbligata a fornirtelo, ovviamente aspetta i tempi tecnici.

  9. Ti faccio un riassuntino per capire se ho capito come è la tua situazione.
    Tuo padre aveva una polizza auto che nel 2007 ha chiuso.
    Tu hai un’auto che stai per rottamare.
    Hai comprato un’auto intestata a tuo padre con la legge 104?
    Vorresti recuperare sulla nuova auto di tuo papà il vecchio attestato di rischio di tuo papà chiuso nel 2007?
    Ho capito bene?

  10. Per quanto riguarda l’attestato di rischio non devi aver nessun timore perchè ha durata quinquennale e se vai in agenzia, e la tua compagnia ha 15 giorni di tempo per consegnartelo.

  11. grazie per le risposte .Per assicuratrice in rosa e tutto giusto .La cosa che mi dispiace e che poi devo abbandonare la mia polizza in prima classe per usare quella di mio padre .Poi si potrebbe presentare il problema futuro per intestarla a me nella malaugurata ipotesi che mio padre non ci sia piu,e in quel momento io non avrei piu la mia .La cosa migliore sarebbe se la sua polizza si potrebbe intestare a me,visto che lui non guida piu, e cosi io potrei abbandonare la mia .Grazie ancora

  12. Licia non preoccuparti. Il tuo attestato di rischio ha durata quinquiennale per una tua eventuale auto futura.
    Un escamotage lecito, però sulla tua attuale situazione ci sarebbe.
    Anche se non sò se la legge 104 sui portatori di handicap te lo permette.
    Dovresti cointestare l’auto nuova, acquistata con i benefici della 104, ad entrambi: a te e a tuo padre.
    Per essere in regola perfetta con l’assicurazione dovresti pagare la polizza in base alla tua età o comunque in base all’età (tua o di tuo papà) che ha il premio assicurativo più alto.
    Infatti le compagnie disciplinano che le polizze con due o più rischi si paghino in base al rischio più alto e quindi più costoso.
    Tu ti mantieni la classe prima su questa o su altre tue auto future, paghi un pochino di più in base all’età più rischiosa e sei apposto.
    Appura però la questione con la legge 104.
    Ciao.
    Spero di essere stata utile.

  13. il venditore dell auto nuova dice che siccome questa legge prevede il pagamento dell iva al 4% non si puo cointestare .Io non ne sono cosi sicuro ma lui dice cosi

  14. No forse ha proprio ragione lui.
    Se la cointesti incasini tutto e ti arrivano sanzioni salate.
    Non si può avere la moglie ubriaca e la botte piena.
    Tieni comunque presente come ti ho detto che il tuo attestato di rischio dell’auto intestata a te ha comunque valore 5 anni.

  15. Per risparmiare occorre sicuramente fare un’adeguata ricerca. Cominciare online con i vari siti che danno la possibilità di fare preventivi, come http://www.preventivorca.it e continuare in città, facendo un giro tra le varie assicurazioni. Probabilmente ci sarà un’agente che ha la polizza fatta su misura per noi.

  16. Certo che sono soddisfatta delle vostre risposte mi avete aiutato a risolvere un grosso problema .Continuate cosi perche c e molta gente in balia di questi problemi .Grazie ad Alessandro e Assicuratrice in Rosa continuerò a leggervi e quando avrò bisogno non esiterò Vi auguro una buona giornata

  17. Comunque, anche se gli strumenti che consentono di realizzare preventivi online sono utilissimi, ho visto che qualche compagnia tradizionale è ancora più conveniente…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.