Effetti della liquidazione coatta amministrativa sui contratti di assicurazione

Alle imprese di assicurazione con sede legale in Italia si applica la liquidazione coatta amministrativa che è una procedura concorsuale disciplinata dal R.D. 16 marzo 1942, n. 267 (c.d. Legge fallimentare) finalizzata alla:

  • eliminazione forzata dell’impresa dal mercato nei casi di:
  1. dissesto patrimoniale ed economico-finanziario;
  2. gravi irregolarità nell’amministrazione e violazioni di legge.
  • realizzazione delle attività patrimoniali dell’impresa ai fini della distribuzione ai creditori delle somme liquide così ricavate.

L’art. 67 del D.Lgs. 174/95 per i rami vita e l’art. 78 del D.Lgs. 175/95 per i rami danni stabiliscono in via generale che i contratti di assicurazione in corso alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di liquidazione coatta amministrativa continuano a coprire i rischi fino al sessantesimo giorno successivo a tale data. Gli assicurati possono esercitare il diritto di recesso dal contratto successivamente alla suddetta pubblicazione mediante raccomandata con avviso di ricevimento. Il recesso ha effetto dal giorno successivo al ricevimento della comunicazione da parte degli organi della liquidazione.

Ai soli contratti di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti si applicano le norme dettate dall’art. 8 del D.L. 23 dicembre 1976, n. 857, convertito con modificazioni nella legge 26 febbraio 1977, n. 39, il quale stabilisce che “i contratti di assicurazione in corso alla data di pubblicazione del decreto di liquidazione e stipulati in adempimento dell’obbligo di cui alla legge 24 dicembre 1969, n. 990, continuano, nei limiti delle somme minime per cui è obbligatoria l’assicurazione, a coprire i rischi fino alla scadenza del contratto o del periodo di tempo per il quale è stato pagato il premio”.

Regime della liquidazione dei sinistri relativi a contratti r.c.auto

Per quanto riguarda il sistema di liquidazione dei sinistri relativi ai soli contratti di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, l’attuale disciplina normativa prevede i seguenti tre regimi:

  • sistema delle imprese territorialmente designate ai sensi degli artt. 19 e 20 della legge 990/69

Le imprese designate provvedono alla liquidazione ed al pagamento dei sinistri ai danneggiati aventi diritto. Le somme anticipate dalle suddette imprese sono a queste rimborsate dalla CONSAP-Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

  • sistema delle imprese cessionarie ai sensi dell’art. 1 della legge 738/78

L’impresa che si sia resa cessionaria del portafoglio dell’impresa in liquidazione coatta amministrativa, costituito da contratti di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti, provvede per tutto il territorio nazionale alla liquidazione, per conto della CONSAP-Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, dei danni verificatisi anteriormente alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di liquidazione coatta amministrativa. La somma determinata dall’impresa cessionaria, se accettata dal creditore danneggiato, è pagata, nei limiti di legge, direttamente dalla CONSAP stessa. La medesima impresa cessionaria, in relazione ai contratti dell’impresa liquidata acquisiti per effetto del trasferimento di portafoglio dalle ore 24.00 del giorno di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di liquidazione coatta amministrativa o dell’atto di trasferimento se successivo, provvede altresì alla liquidazione ed al pagamento dei sinistri r.c.auto, riguardanti i predetti contratti, accaduti dopo la data della suddetta pubblicazione.

  • sistema dell’autorizzazione al commissario liquidatore ai sensi dell’art. 9 della legge 39/77

Nel caso in cui sia stata rilasciata la relativa autorizzazione, il commissario liquidatore provvede alla liquidazione dei sinistri r.c.auto verificatisi anteriormente alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di liquidazione coatta amministrativa nonchè di quelli accaduti successivamente a tale data e fino alla scadenza del contratto o del periodo di tempo per il quale è stato pagato il premio. La somma determinata dal commissario liquidatore, se accettata dal creditore danneggiato, è pagata, nei limiti di legge, direttamente dalla CONSAP- Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Fonte: Isvap

5 commenti su “Effetti della liquidazione coatta amministrativa sui contratti di assicurazione

  1. Ho appreso la liquidazione della Progress, avendo in corso un giudizio per la liquidazione di un incendio occorso alla mia auto, vi chiedo quali saranno gli effetti su tale tipologia di risarcimento e chi pagherà se dovessi avere ragione???

  2. La liquidazione del sinistro spetta alla Progress in ogni caso,anche se è stata posta il liquidazione.Nel caso in cui la compagnia sia insolvente,sarà la compagnia che la riassicura a liquidare il danno.

  3. Buongiorno, ho una polizza di 3 anni pagata in anticipo contro furto e incendio… e’ passato solo 1 anno , ho perso i soldi ?? la mia auto e’ protetta attualmente ? Grazie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.