Nuove regole per le polizze on line

Internet è ormai uno dei  canali distributivi e di vendita utilizzati dalle compagnie assicurative che intendono offrire prodotti assicurativi on line  che  garantisce una presenza capillare su tutto il territorio aumentando il proprio volume di affari e abbattendo i costi relativi alla distribuzione.

Nonostante un inizio “claudicante” causato dalla  diffidenza da parte del consumatore medio italiano, poco avvezzo all’utilizzo del web per l’acquisto di prodotti del genere,  la vendita on line dei prodotti assicurativi rappresenta oggi una realtà consolidata.

Il rialzo delle tariffe rappresenta un fattore determinante che spinge il consumatore  a rivolgersi alle compagnie on line o telefoniche ricercando con l’ausilio di una serie di piattaforme, tra cui il Preventivatore Unico realizzato dall’Isvap, la soluzione più conveniente e meno onerosa.

Se da un lato le Compagnie assicurative stanno migliorando le proprie prestazioni in termini di trasparenza ed affidabilità, dall’altro l’emanazione di nuove norme ed il monitoraggio costante dell’Isvap sta infondendo maggiore fiducia nell’utenza.

Con il Regolamento n. 34 sono in arrivo norme più dettagliate a difesa dei consumatori che effettuano acquisti di prodotti assicurativi su internet o da Compagnie telefoniche ed entreranno in vigore dal prossimo 15luglio.

Le nuove disposizioni che dovranno essere recepite entro il 15 luglio prevedono la necessità del preventivo e del consenso esplicito del cliente prima dell’emissione del contratto relativo alla polizza.

Sarà vietato alle imprese assicurative di utilizzare filtri telefonici o telematici predisposti nei confronti dei clienti più rischiosi. In parole povere ed a titolo d’esempio, i call center delle Compagnie non potranno più bloccare le telefonate e le richieste di preventivo provenienti da chi chiama dal “Meridione”.

Per migliorare ed accrescere la qualità del servizio viene stabilito dal Regolamento che gli operatori dei call center, seppur appartenenti a società in outsourcing, debbono possedere adeguate capacità professionali e frequentare corsi di formazione almeno una volta l’anno.

Obbligo delle Imprese sarà quello di assumersi la piena responsabilità per l’operato degli addetti al call center e dovranno individuare un responsabile del coordinamento e controllo a cui i consumatori possono rivolgersi in caso di problematiche.

Dopo la conclusione del contratto la Compagnia dovrà inviare in formato elettronico o cartaceo il contratto da firmare che il cliente potrà restituire via mail, fax o posta.

Per le assicurazioni r.c. auto dovranno pervenire all’assicurato il contrassegno ed il certificato assicurativo entro 5 giorni da pagamento del premio. In tale periodo (5 gg.) l’assicurato potrà comunque circolare con la quietanza del premio, con la dichiarazione rilasciata dalla Compagnia che attesta il pagamento o con la ricevuta del bollettino di c/c postale.

Personale esperto e formato, procedure chiare, semplici e trasparenti rappresentano i capisaldi per una corretta gestione della vendita e una maggiore tutela del consumatore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.