L’Assicurazione Danni: Lo scoperto e la franchigia

Alla sottoscrizione di una polizza del ramo danni (es. incendio abitazione, furto), bisogna fare attenzione, per evitare brutte sorprese in caso di sinistro, allo scoperto e alla franchigia riportati in polizza.

Vediamo allora cosa sono:

Lo scoperto è l’ammontare del danno, espresso in percentuale, che in caso di sinistro, rimane a carico dell’assicurato.

La franchigia è la somma, espressa in cifra fissa e stabilita dal contratto, che, dedotta dall’ammontare del danno, rimane a carico dell’assicurato.

Lo scopo della franchigia è quello di far sostenere all’assicurato il peso economico dei sinistri di lieve entità (spesso viene anche riconosciuto uno sconto sul premio di polizza da pagare), mentre lo scoperto è convenuto in polizza per specifiche situazioni di rischio, oppure per imporre all’assicurato norme comportamentali da porre in atto per ridurre l’esposizione al rischio.

Un commento su “L’Assicurazione Danni: Lo scoperto e la franchigia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.