Dopo la Progress Assicurazioni, un altro caso di liquidazione coatta amministrativa, questa volta la società in questione è la Arfin Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A..
Con Decreto del 6 dicembre 2010 il Ministro dello Sviluppo Economico, accogliendo la proposta dell’ISVAP, ha disposto la revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività in tutti i rami e la liquidazione coatta amministrativa di Arfin Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A..

Con Decreto del 6 dicembre 2010 il Ministro dello Sviluppo Economico, accogliendo la propostadell’ISVAP, ha disposto la revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività in tutti i rami e laliquidazione coatta amministrativa di Arfin Compagnia di Assicurazioni e Riassicurazioni S.p.A..

Le liquidazioni coatte amministrative di compagnie assicurative possono esser dovute per vari motivi. Negli articoli precedenti abbiamo descritto il caso della Progress Assicurazioni.

Per completezza descriviamo altri casi di liquidazione coatta amministrativa, dovuti ai seguenti casi:

L’art. 68 del D.Lgs 174/95 per i rami vita e l’art. 79 del D.Lgs 175/95 per i rami danni prevedono la liquidazione coatta amministrativa delle imprese che esercitano l’attività assicurativa senza essere munite della relativa autorizzazione. La procedura liquidativa segue le norme dettate dalla legge fallimentare.

In base all’art. 75 del Testo Unico delle Assicurazioni di cui al D.P.R. 449/59 i contratti di assicurazione stipulati con le suddette imprese possono essere risolti su semplice denuncia del contraente da inviare all’impresa con lettera raccomandata.

Le imprese in questione sono sottoposte alla vigilanza dell’Organo di controllo del Paese dell’Unione Europea in cui hanno sede legale le imprese stesse, il quale ne dispone la liquidazione coatta amministrativa e vigila sull’andamento delle operazioni liquidatorie.

Un caso è stato ad esempio La Previdenza S.p.A. – società fiduciaria e di revisione – posta in liquidazione coatta amministrativa ai sensi e per gli effetti dell’art. 72 del Testo Unico delle Assicurazioni di cui al D.P.R. 449/59. Successivamente, in base al D.L. 5 giugno 1986, n. 233, convertito con modificazioni nella legge 1 agosto 1986, n. 430, sono state poste in liquidazione coatta amministrativa le società direttamente o indirettamente controllate dalla capogruppo Previdenza S.p.A..

Le procedure liquidative in argomento seguono le norme dettate dalla legge fallimentare.

Fonte: Isvap