Come evitare le truffe assicurative

E’ ancora recente l’allarme lanciato dal Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, sui quasi 3 milioni di auto che circolano senza assicurazione o con il contrassegno contraffatto.

Forse il numero è sovrastimato, ma sicuramente i numeri reali non si discostano molto da questa cifra.

All’interno di questo numero (enorme) ci sono molti cittadini ignari, che pensando di avere contratto una regolare assicurazione, circolano invece con un contrassegno contraffatto creato artatamente da qualche intermediario truffaldino.

Tuttavia c’è un modo potentissimo per proteggersi da questo tipo di truffe, già oggi messo a disposizione dall’ISVAP a tutela del consumatore: è il Registro Elettronico degli Intermediari Assicurativi (RUI) accessibile sul sito dell’ISVAP al seguente indirizzo: https://nsiv.isvap.it/RUI/RuirPubblica/

Basterà digitare nome e cognome dell’intermediario che ci propone la polizza per scoprire:

  • se è anzitutto un vero intermediario di assicurazione (se non c’è nel registro, le alternative sono due: o non è un intermediario assicurativo o è stato radiato);
  • che tipologia di intermediario è: se è un agente, un broker, un produttore o un subagente assicurativo (a seconda che sia rispettivamente iscritto nella sez. A, B, C o E);
  • se è un agente o un produttore assicurativo il Registro ci dirà con quali Compagnie opera (se vi propone una Compagnia assicurativa che non è nella sua lista che compare nel Registro elettronico, non sottoscrivete mai nulla!);
  • se è un subagente  (iscritto sez. E del RUI) il Registro ci dirà con quale agente (o broker) collabora.

Fatto questo primo controllo, se viene proposto di stipulare una polizza con una Compagnia assicurativa di cui non si è mai sentito o visto il nome, potete andare sul sito dell’ISVAP dove è anche consultabile l’Albo Elettronico delle Imprese all’indirizzo https://nsiv.isvap.it/Albi/Albi/defaultImprese.jsp?view=albi&viewSet=imprese

Basterà cliccare sul nome della Compagnia in questione per vederne Anagrafica e Rami Autorizzati. Nel caso di una polizza R.C. Auto, la Compagnia dovrà essere autorizzata ad esercitare il “ramo 10 – Responsabilità civile autoveicoli terrestri”.

Salvatore Infantino

Presidente

Insurance Lab – Formazione assicurativa

Sito web: www.insurancelab.it

3 commenti su “Come evitare le truffe assicurative

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.