Risarcimento danni per assicurati con la Novit Assicurazioni

Avevamo già descritto in un articolo precedente (per la liquidazione coatta della Prgoress assicurazioni), cosa fare per ottenere il risarcimento danni nel momento in cui la compagnia assicurativa è posta il liquidazione coatta amministrativa. Riprendendo spunto dall’articolo e dei suoi preziosi consigli dell’avv. Benevento, vediamo adesso cosa succede nel caso della Novit assicurazioni.

Gli assicurati con la Novit Assicurazioni,  che hanno una polizza r.c. auto possono far valere, nei limiti delle somme indicate nell’articolo 283, comma 4 del codice delle assicurazioni, i diritti derivanti dal contratto nei confronti della CONSAP – Fondo di garanzia per le vittime della strada, agendo nei confronti del commissario.

I contratti di assicurazione obbligatoria r.c. auto, in corso di esecuzione alla data di pubblicazione del provvedimento di liquidazione, continuano, nei limiti delle somme minime per cui è obbligatoria l’assicurazione, a coprire i rischi fino alla scadenza del contratto o del periodo di tempo per il quale è stato pagato il premio.

Non essendo più la Novit Assicurazioni autorizzata ad esercitare attività di assicurazione nel ramo auto, non può applicarsi la normativa sul risarcimento diretto, che appunto opera solo se le due vetture coinvolte nell’incidente siano assicurate con imprese autorizzate all’esercizio predetto.

Mentre per tutti gli altri contratti di assicurazione in corso di esecuzione alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del provvedimento di liquidazione continuano a coprire i rischi fino al sessantesimo giorno successivo.

Gli assicurati hanno inoltre facoltà di recesso, dopo la pubblicazione del provvedimento di liquidazione, mediante  raccomandata con avviso di ricevimento. Il recesso ha effetto dal giorno successivo a quello di ricevimento della comunicazione da parte della liquidazione.

Tornando al contratto r.c. auto, dunque possiamo così risolvere i vari casi di incidenti stradali in cui sia rimasta coinvolta una vettura assicurata con la Novit Assicurazioni:

  • Conducente e proprietario (non responsabili del sinistro) di veicolo assicurato Novit Assicurazioni: la richiesta va effettuata secondo la procedura ordinaria prevista dall’art. 148 del codice delle assicurazioni private, ovvero all’impresa assicuratrice del veicolo responsabile, e ciò naturalmente anche se sono solo due le vettura coinvolte e sussistono tutte le altre condizioni per l’applicazione della procedura di risarcimento diretto.
  • Conducente e proprietario (non responsabili del sinistro) di veicolo assicurato con altra impresa, che ha avuto il sinistro con un assicurato della Novit Assicurazioni: la richiesta va effettuata alla CONSAP e all’impresa designata per la propria regione alla gestione del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (es. per la Lombardia, Generali Assicurazioni), mediante l’invio di una doppia raccomandata.
  • Per i trasportati, si potrebbe ritenere che lo schema previsto dall’art. 141 del codice delle assicurazioni, che consente di richiedere i danni all’assicurazione del vettore, sia anch’esso sospeso: così che se il responsabile dell’incidente conduceva una vettura assicurata con Progress, la richiesta andrà fatta a CONSAP e Impresa Designata per il Fondo di Garanzia, mentre se l’urto è avvenuto per colpa di un veicolo assicurato con una compagnia in bonis, il trasportato potrà evitare le complicazioni e chiederei danni direttamente all’assicurazione del responsabile.

Sulla disapplicazione dell’art. 141 del codice delle assicurazioni, che di norma (ma non con la Novit Assicurazioni) semplifica le cose per il trasportato, consentendogli di richiedere i soldi all’assicurazione del veicolo sul quale viaggiava, si dovranno aspettare ulteriori chiarimenti da parte della giurisprudenza.

Il Fondo per le vittime della strada, assolve allo scopo di provvedere al risarcimento dei danni causati da veicoli o natanti assicurati con Imprese poste in liquidazione coatta amministrativa, sia per i danni alla persona che per i danni alle cose. L’intervento del Fondo, è limitato al massimale di legge vigente al momento del sinistro (dall’11.12.2009 € 2.500.000,00 per danni a persona per sinistro ed € 500.000,00 per danni a cose per sinistro).

In questa ipotesi si distinguono tre procedure:

  • Liquidazione dei danni a cura dell’Impresa Designata (art. 286 del Codice delle Assicurazioni Private):

– sinistri causati da veicoli o natanti assicurati con imprese che al momento del sinistro si trovino in stato di liquidazione coatta amministrativa o vi vengano poste successivamente, i cui Commissari Liquidatori non siano stati autorizzati (per conoscere l’elenco di dette tipologie di Imprese in l.c.a. clicca qui), anche per conto del Fondo di Garanzia per le vittime della Strada, ai sensi dell’art. 293 del D.lgs. n. 209 del 07.09.2005, alla liquidazione dei danni causati dalla circolazione dei veicoli e dei natanti, ovvero non si sia proceduto al trasferimento del portafoglio delle imprese in l.c.a. ad Imprese Cessionarie: la richiesta di risarcimento deve essere inoltrata direttamente all’Impresa Designata competente per territorio (per conoscere gli indirizzi ai quali inviare le richieste di risarcimento danni clicca qui) che provvede, ove ne ricorrano i presupposti, ad erogare l’indennizzo al danneggiato; l’eventuale azione giudiziaria deve essere esercitata nei confronti dell’Impresa Designata competente per territorio. Nel giudizio deve essere convenuto anche il Commissario Liquidatore.

  • Liquidazione dei danni a cura del Commissario Liquidatore dell’Impresa in liquidazione coatta (art. 293 del Codice delle Assicurazioni Private):

– sinistri causati da veicoli o natanti assicurati con imprese che al momento del sinistro si trovino in stato di liquidazione coatta amministrativa o vi vengano poste successivamente, i cui Commissari Liquidatori siano stati autorizzati, anche per conto del Fondo di Garanzia per le vittime della Strada, ai sensi dell’art. 293 del D.lgs. n. 209 del 07.09.2005, alla liquidazione dei danni causati dalla circolazione dei veicoli e dei natanti: la richiesta di risarcimento deve essere inoltrata direttamente nei confronti del Commissario Liquidatore. L’eventuale azione giudiziaria deve essere esercitata nei confronti della Procedura. Per conoscere le Compagnie autorizzate a liquidare i sinistri e gli indirizzi del Commissario liquidatore clicca qui; per conoscere gli indirizzi aggiornati dell’Impresa Designata competente per territorio clicca qui.

  • Liquidazione dei danni a cura dell’Impresa Cessionaria (Legge n. 738 del 24.11.1978):

– sinistri causati da assicurati con polizze di Imprese il cui portafoglio r.c. auto è stato trasferito ad altra Compagnia: la richiesta di risarcimento deve essere inoltrata direttamente alle Imprese Cessionarie, nei confronti delle quali va anche esercitata l’eventuale azione giudiziaria. Nel giudizio deve essere convenuto anche il Commissario Liquidatore; per conoscere le Compagnie clicca qui

AssicuriamociBene fornisce ai propri utenti un servizio di Consulenza on line, tramite il quale potrai valutare il tuo caso specifico ed ottenere un parere personalizzato ed indipendente fornito da un team di professionisti esperti del settore legale e peritale.

MODULI

Richiesta risarcimento dei danni (ipotesi c) ai sensi dell’art. 287 del D.lgs. N° 209/2005.
> Scarica in formato Doc

Richiesta risarcimento dei danni (ipotesi c) ai sensi dell’art. 294 del D.lgs. N° 209/2005.
> Scarica in formato Doc

Richiesta risarcimento dei danni relativi alle ipotesi a), b), d), d-bis), d-ter) dell’art. 283 del D.lgs n° 209/2005.
> Scarica in formato Doc

 

___

Assicuriamoci Bene in collaborazione con un team di professionisti (studi professionali di periti ed avvocati, esperti di diritto delle assicurazioni, della quantificazione del danno, di ricostruzione delle dinamiche degli incidenti), ha predisposto un servizio di Consulenza on line Legale e di Consulenza on line su quantificazione, perizia e stima dei danni per gli utenti del Blog

 

3 commenti su “Risarcimento danni per assicurati con la Novit Assicurazioni

  1. Ho notificato l’atto di citazione alla Novit (compagnia del danneggiato – trattasi di indennizzo diretto) PRIMA che la stessa fosse posta in liquidazione coatta…in prima udienza devo far dichiarare il processo interrotto e chiamare in causa Commissario Liquidatore e Impresa designata dalla Consap oppure – dato il venir meno nelle more dell’applicabilità dell’indennizzo diretto – chiedere di essere autorizzato a chiamare in causa la compagnia del dannneggiante?? vi prego è urgentissimo…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.