Polizze sulla vita nei mutui

Nel momento in cui si decide di richiedere un mutuo o un prestito, come il prestito delega o doppio quinto, le varie banche impongono diverse condizioni per fare in modo di che il prestito venga correttamente estinto. Infatti, si tratta di garantire e assicurare la restituzione del finanziamento soprattutto nel caso di problemi o imprevisti che potrebbero capitare. Tra i requisiti richiesti obbligatori dagli istituti di credito si sottolinea la stipula di una polizza assicurativa sulla vita. Vediamo di approfondire il per ché.

Un mutuo è un finanziamento a lungo termine che prevede una restituzione in un periodo di molti anni. In questo tempo il richiedente del prestito potrebbe soffrire di cambiamenti famigliari o lavorativi oppure potrebbe andare incontro a difficoltà economiche, un incendio sulla casa o altri problemi maggiori come ad esempio la propria scomparsa. Sono situazioni che purtroppo conviene aver presente nel momento della stipula del prestito.

Se durante la restituzione di un mutuo, viene a mancare il richiedente del finanziamento, ovvero la persona che manda avanti la famiglia per quel che riguarda l’economia, molto difficilmente sarà possibile estinguere il mutuo e, proprio per evitare queste sgradevoli situazioni, è necessaria la stipula di una polizza sulla vita che serve a garantire la restituzione dello stesso in caso di problemi.

Esistono diverse tipologie di polizze sulla vita in base al numero di persone assicurate, alla durata della polizza e alla copertura offerta dal prodotto assicurativo in questione. La convenienza di una determinata polizza, oppure no, dipende dalle diverse situazioni preesistenti ma, è sempre consigliabile farla, sia dal  mutuatario che anche da colui che ha il reddito più alto in famiglia. Inoltre, è una buona pratica stipulare una polizza per almeno due terzi dell’importo erogato tramite il prestito.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.