POLIZZE AUTO, Conservare la propria classe di merito in caso di acquisto di una nuova auto

L’ISVAP ha deciso delle regole ben precise per poter conservare la propria classe di merito in caso di sostituzione della propria auto con una nuova.

Per conservare la propria classe di merito va infatti documentata la vendita della vecchia o la consegna in conto vendita.

Altri casi in cui è possibile mantenere la classe di merito sono il furto, la demolizione, la cessazione definitiva della circolazione o la definitiva esportazione all’estero di un’auto proprietà.

Soltanto in questi casi specifici l’assicuratore dovrà classificare il contratto relativo alla nuova auto acquistata sulla base delle informazioni contenute nell’attestato di rischio relativo all’auto precedente, purché in corso di validità, mantenendo la medesima classe di conversione universale-CU.

Per i ciclomotori immessi in circolazione prima del 14 luglio 2006, data di entrata in vigore del nuovo regime di targatura, che non vi abbiano volontariamente aderito, tale disposizione si applica nei soli casi di furto e demolizione certificati del mezzo. Per i ciclomotori immessi in circolazione dal 14 luglio 2006, ovvero per quelli già in circolazione a questa data che abbiano volontariamente aderito al nuovo regime, essa si applica anche nei casi di consegna in conto vendita, cessazione definitiva della circolazione o definitiva esportazione all’estero.

Va ricordato anche che, qualora si sia trasferita su un auto nuova la classe CU relativa ad altro veicolo di tua proprietà consegnata in conto vendita o oggetto di furto, l’assicuratore dovrà inserire quest’ultimo nella classe CU 14 nel caso rimanga invenduto oppure sia ritrovato.

2 commenti su “POLIZZE AUTO, Conservare la propria classe di merito in caso di acquisto di una nuova auto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.