Addio targhino del ciclomotore

Finisce l’epoca del targhino! Esattamente, avete capito bene, dopo ormai 5 anni abbondanti dall’ uscita del decreto quella piccola “Piramide d’acciaio” che identificava voi ed il vostro ciclomotore o microcar (o comunque un veicolo da 50 cc di cilindrata) va in pensione.

Dal 13 Febbraio 2012 chiunque fosse ancora in possesso del vecchio targhino (chi ha appena acquistato un nuovo ciclomotore, con targa quadrata tanto per capirci, non deve preoccuparsi di nulla) sarà costretto, in sostituzione, a dotarsi della nuova targa.

La nuova Targa resterà sempre intestata al propietario di un qualunque cinquatino. Uno ed uno solo però, ovvero una targa varrà per un motorino 50 CC anche nel caso esso venga venduto o rottamato, cosicchè se ne acquisterete un altro potrete apporvi sempre la stessa targa già in vostro possesso, perchè sarà il numero di telaio a legarla al vostro mezzo.

Ovviamente con la nuova targa tutte le operazioni riguardanti il cinquantino, cioè cambio proprietario, cambio di residenza, rottamazione o eventuale sospensionde dalla circolazione dovranno essere comunicate alla Motorizzazione Civile, presso le sue sedi o presso gli sportelli pratiche auto.

Questa opearzioni altrettanto banalmente non saranno gratuite e faranno si che il tutto venga registrato presso gli stessi uffici (non si pensi che in passato non si sapesse a chi apparteneva un determinato scooter ma ora la normativa è più stringente).

Oltre al vecchio targhino non saranno più validi anche i relativi libretti di circolazione i cosidetti “librettini” di colore grigio.

Con la nuova targa verrete forniti anche di una nuova carta di circolazione.

Chi non si adeguerà alla normativa entro il 13 Febbraio sarà soggetto alla sanzione di Euro 519, 67.

Ma passiamo al lato pratico, per entrare in possesso della nuova targa potrete recarvi presso un centro pratiche auto AUTORIZZATO  e spendere circa 100 Euro (Ndr il prezzo è solamente un’ indicazione) oppure spenderne solo circa 50 euro, se preferite fare tutto da soli, ed andare in Motorizzazione con i 3 bollettini, riportati sotto, pagati (munitevi delle relative ricevute di pagamento), il “vecchio libretto” e il “vecchio targhino”.

Vi ricordiamo, in ogni caso, di NON CIRCOLARE SENZA ASSICURAZIONE , rassicurandovi sul fatto che le compagnie assicurative sono obbligate ad accettare ancora il vecchio targhino (o meglio il numero di telaio) per darvi regolare copertura.

Ecco i Dati per eseguire correttamente i bollettini:

1) Oggetto: Diritti Motorizzazione Civile

Somma:  9 euro

C/c n°: 9001

Intestato a:  Dipartimento Trasporti Terrestri – Roma (Diritti)

 

2)Oggetto: imposta di bollo

Somma: 29,24 euro

C/c n°: 4028

Intestato a: Dipartimento dei Trasporti Terrestri – Roma – (imposta di bollo)

 

3)Oggetto: Acquisto targa

Somma:  12,92 euro

C/c n°:  121012

Intestato a: Sezione Tesoreria dello Stato di Viterbo – (acquisto targa)

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com