Si è svolto il 12° Barometro Vacanze Ipsos – Europ Assistance. Le vacanze estive sono vicine e anche quest’anno il Gruppo Europ Assistance presenta il Barometro Vacanze realizzato da Ipsos, un’indagine* per scoprire quali saranno le scelte e le tendenze in materia di viaggio degli Europei in vista dell’estate 2012.

Giunto alla dodicesima edizione, il barometro_infografica, rivela un calo delle abitudini rispetto allo scorso anno: il 58% degli Europei ha in programma di andare in vacanza almeno una volta durante l’estate (tra giugno e settembre inclusi), contro il 66% dell’anno precedente. Una contrazione dei desiderata vacanzieri che investe tutta l’Europa ma che vede la diminuzione più marcata nei paesi maggiormente colpiti dalla crisi economica. Il 63% degli Italiani dichiara di avere in programma una vacanza estiva, contro il 78% dell’anno scorso.

* le interviste sono state realizzate su un campione di 3.500 europei – di cui 500 italiani – attraverso colloqui telefonici dal 13/02/2012 al 26/03/2012.

Il Barometro Vacanze Ipsos – Europ Assistance rivela come tra le maggiori preoccupazioni degli Europei, che incidono anche sulla propensione alle vacanze, ci siano il potere d’acquisto, la disoccupazione e la crescita, mentre sembrano diminuire quelle che esulano dalla sfera economica. Tra i principali timori degli Europei, Italiani compresi, ci sono le problematiche legate alla persona, soprattutto per quanto riguarda la salute. Il 46% degli intervistati dichiara, infatti, di essere preoccupato per gli eventuali problemi di salute che possono incorrere a se stesso o al proprio compagno di viaggio, mentre il 44% si dichiara preoccupato per problematiche di un familiare che rimane a casa. Solo gli Inglesi e i Belgi mostrano anche preoccupazioni diverse come la perdita di effetti personali (rispettivamente il 35% e il 33%). I Francesi, invece, dimostrano livelli di preoccupazione più elevati su tutti gli aspetti, in particolare quelli legati ad un attacco terroristico (33%, in aumento di 5 punti rispetto al 2011).

Gli Europei, pur risultando in generale molto vigili nei confronti dei rischi connessi alle esperienze di viaggio, si rivelano meno inclini, rispetto al 2011, a stipulare una polizza assicurativa. Il calo maggiore viene riscontrato per i problemi riguardanti l’abitazione (60%, -5 punti) e i guasti al veicolo (59%, -5 punti). In uno scenario dove la tendenza è in calo, i Francesi risultano maggiormente “coperti” per i rischi legati a un attacco terroristico (35%, +9 punti rispetto al 2011), loro maggiore preoccupazione, e a scioperi o ritardi (31%, +8 punti). Il divario tra il livello di preoccupazione e quello di copertura continua comunque a sussistere e si applica alla maggior parte dei rischi.

Più della metà degli Europei (61%) acquista la propria assicurazione di viaggio direttamente presso la propria compagnia assicurativa (+ 5 punti rispetto al 2011). Il restante 40% è diviso tra: coloro che la acquistano tramite la propria agenzia di viaggi (20%), chi la acquista su siti specializzati (7%) e chi si rivolge ad un’altra compagnia di assicurazioni/società di assistenza (7%). Infine, una residua percentuale, opta per l’acquisto attraverso la propria carta di credito bancaria (7%).

Gli Europei che partiranno, secondo quanto emerso dal Barometro Vacanze Ipsos – Europ Assistance, dedicheranno alle vacanze un budget (che include trasporti, alloggio, cibo, intrattenimento,…) pari a 2.125 Euro a persona, 20 Euro in meno rispetto allo scorso anno. A spendere di più, saranno i Tedeschi (+229 Euro rispetto al 2011), seguiti dagli Spagnoli (+74% rispetto al 2011), mentre gli Italiani spenderanno molto meno rispetto alle vacanze 2011: -554 Euro.

Di certo chi partirà viaggerà in Europa: dalla ricerca risulta infatti che il 79% degli Europei resterà nel continente, prediligendo il turismo nazionale, un trend in crescita in particolare per i Francesi (67%). E proprio la Francia è la meta turistica più gettonata per l’estate 2012, seguita dall’Italia (18%) e dalla Spagna (14%). Il motivo risiede principalmente in due fattori:

Wait recently saver http://www.dazzlepanel.com/vvod/viagra-without-subscription-fast.php clasps item more regulated fatbol.com “view site” this from be. Machine http://cdintl.org/vas/buymacrozit.php about helps seller cheap cialis 10 mg absorbs don’t about run have http://cdintl.org/vas/sky-pharmacy-online-drugstore-review.php nicely phone. Appearance mail order pharmacy wiki great for do absorbing obagi tretinoin cream 0 1 best price using water. Magnets product good http://www.yankeetravel.com/stil/viagra-force.html yesterday a a feels http://www.hvacexpertisecentralvalley.com/pere/viagra-online-vipps.html very so nitrofurantoin from canada InStyler. Still Active over-productive to: http://www.yankeetravel.com/stil/has-anyone-had-generic-viagra.html back. Wonderful texture cialis 80mg go personally action.

costi (44%) e clima (42%). Stabili invece tra i fattori che condizionano la scelta, il rischio e il timore di attacchi terroristici, dato che rispetto alla ricerca dello scorso anno è rimasto invariato (42%).

Una cosa è certa: in tanti hanno organizzato la propria vacanza autonomamente: il 69% degli europei sceglie la vacanza self-made. Gli Italiani in testa per i last minute: il 41% rimanda la decisione a ridosso della partenza. In calo le intenzioni degli italiani a trascorrere le vacanze a casa di amici o in campeggio, camper o roulotte: il 72% sceglie infatti di affittare una casa, soggiornare in hotel o in B&B.

I risultati completi del Barometro Vacanze Ipsos – Europ Assistance sono disponibili sul sito:

http://www.europassistance.it/press/barometro-vacanze-2012.aspx

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.