Attestazione capacità finanziaria AutoTrasportatori 1


Si aggira ultimamente sul mercato assicurativo la famigerata richiesta di ATTESTAZIONE della CAPACITA’ FINANZIARIA per gli AUTOTRASPORTATORI. Gli autotrasportatori la richiedono ai loro assicuratori, gli assicuratori alle compagnie con le quali lavorano, le compagnie rispondono semplicemente picche, gli autotrasportatori si presentano al direttore di banca ed inizia così il travaglio di castelletti, controgaranzie, tempi lunghi degli sportelli, tempi stretti per l’iscrizione all’Albo; in sintesi, la paura di non fare in tempo a presentarla e non poter lavorare in regola, e soprattutto in pace, con la burocrazia.

CHE COSA PREVEDE LA LEGGE PER ESERCITARE L’ ATTIVITA’ – Per iscriversi all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto terzi (Art. 7, Paragrafo 2 del Regolamento n. 1071/2009/CE e del Decreto 25/11/2011 Prot. N. 291) è necessario presentare la richiesta di iscrizione agli uffici deputati alla tenuta dell’Albo Provinciale, presso l’Amministrazione Provinciale del territorio dove la persona o l’impresa possiede la sede principale dei suoi affari.

Tutte le persone fisiche e giuridiche che esercitano, con qualsiasi mezzo e tonnellaggio, l’autotrasporto di cose per conto di terzi, tra cui anche le cooperative ed i consorzi, sono tenuti ad iscriversi all’Albo.

Ai fini dell’ottenimento dell’iscrizione è indispensabile dimostrare tre requisiti fondamentali:

  1. l’idoneità professionale;
  2. la capacità finanziaria;
  3. l’onorabilità (assenza di sentenze penali, misure di sicurezza etc)

nonché dimostrare al proprio Ufficio Motorizzazione il quarto requisito dello stabilimento (sede effettiva in Italia), richiesto dalla normativa comunitaria.

L’ATTESTAZIONE DI CAPACITA’ FINANZIARIA – Si intende posseduta quando la persona o l’impresa dimostri una disponibilità pari a:

– € 9.000, qualora l’autotrasportatore disponga di un solo autoveicolo;

– € 5.000 per ogni veicolo aggiuntivo.

La prova del possesso della capacità finanziaria può essere fornita attraverso attestazioni rilasciate dagli istituti bancari o con garanzia fideiussoria.


GARANZIA FIDEJUSSORIA: TESTI, COSTI E TEMPI –   I fac-simili rilasciati dagli uffici provinciali sono normalmente schematizzati su modello bancario; in realtà, per non impegnare il “castelletto” bancario dell’impresa ovvero il proprio livello di credito o fido, consigliamo agli autotrasportatori di rivolgersi a società finanziarie regolarmente iscritte agli elenchi della banca d’Italia; i garanti, infatti, dopo l’analisi finanziaria del cliente, rilasciano l’attestazione senza intaccare la Centrale Rischi e lasciano liberi capitali che possono essere utilizzati per la propria attività professionale quotidiana.

Se fino a qualche mese fa gli uffici provinciali pretendevano esclusivamente garanzie bancarie o assicurative, finalmente ci si è resi conto che il mercato si comporta a modo suo, e, adeguandovisi, stanno normalmente accettando le attestazioni delle società finanziarie.

Quanto ai costi praticati sul mercato, sono decisamente accessibili: in media si richiedono ca. € 250-300 per garantire il primo veicolo e ca. € 100 per ogni veicolo aggiuntivo.

I tempi per ottenere la garanzia sono piuttosto veloci: una settimana dalla consegna dei documenti è più che sufficiente.

 

______

Il PREVENTIVATORE FIDEIUSSIONI di Assicuriamoci Bene ti fornisce in pochi secondi una pre-quotazione su tre prodotti di fideiussioni, basta compilare semplicemente un form con pochi dati da inserire.