Cauzione ed RC per Istituti di Vigilanza

Gli istituti di vigilanza e le società che svolgono attività di raccolta di informazioni a favore di privati sono obbligate, ex art. 137 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.) a produrre una cauzione a favore del Ministero dell’Interno al fine di ottenere la licenza all’esercizio della relativa attività.

L’ammontare di tali cauzioni viene stabilito da una Tabella del Ministero degli Interni, in base a diversi criteri, tra cui classe di attività esercitata e capitale sociale/patrimonio della società interessata ad ottenere la licenza. Al massimo si riscontra una richiesta di massimale a € 125.000.

La stessa tabella definisce anche specifici massimali per la polizza obbligatoria di Responsabilità Civile, in questo caso fino a € 10 milioni.

IL MERCATO

Il mercato di questa specifica tipologia di garanzia viene assorbito normalmente dagli istituti bancari e finanziari specializzati; il mercato assicurativo, se fino a qualche tempo fa era disposto ad emettere queste cauzioni, ultimamente ha ristretto talmente i cordoni che sempre più spesso viene classificato come “rischio non gradito”.  In qualche caso si riscontrano ancora polizze assicurative di questo genere, anche a premi decisamente abbordabili, ma sono semplici refusi o “errori di emissione”, o come preferiamo interpretarli.

In merito alle cauzioni, un tasso medio annuo di mercato può essere circa l’1,5%, ovviamente sempre personalizzato sulla base di garante e cliente.

In relazione alle polizze di Responsabilità Civile, entriamo ovviamente ed esclusivamente nel mondo assicurativo; se fino a pochi milioni di euro di valore non ci sono particolari tensioni, se non sul pricing, oltre i 5 milioni di euro si possono incontrare alcune difficoltà, sia in termini di reperibilità della garanzia presso diverse compagnie di assicurazione, sia in termini di pricing.

Alcune soluzioni particolarmente soddisfacenti possono risultare polizze a primo a rischio affiancate da polizze a secondo rischio che innalzano i valori assicurati alle somme richieste dalla Tabella Ministeriale.

Essendo pertanto molte le soluzioni possibili e moltissime le compagnie che offrono questo tipo di garanzia è veramente fuori luogo indicare un tasso medio di mercato. E chi vuol esser lieto sia.

 

Assicuriamoci Bene ha predisposto il servizio gratuito di quotazioni fideiussioni e cauzioni per gli utenti del Blog, fornito dal Broker Dott. Ugo Centurioni iscritto al RUI con N. B000358642 in data 3 novembre 2015, con sede legale in via Cavallotti 71 Monza (MB):

SERVIZIO DI QUOTAZIONE FIDEIUSSIONI E CAUZIONI

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.