Innovazione nel settore assicurativo

Si parla recentemente di innovazione nel settore assicurativo, tramite un orientamento alla previdenza complementare o ad altre strategie di orientamento del cliente… ma se non si cambia in termini di offerta competitiva (in termini di garanzie/coperture e costi) tra le imprese cambierà poco! E con l’innovazione tecnologica a che punto sono?

Il vecchio sistema dove il cliente primario di una compagnia è l’intermediario e non il contraente, presto terminerà?

Oggi l’offerta in termini di prodotti con garanzie e costi concorrenziali è scarsa, sembrano prodotti fatti con un “copia incolla in excel”. Qual’è la causa, la mancanza di fantasia o il mercato ingessato?

Una risposta c’è, sicuramente valida nel ramo vita: se la forza di un intermediario è tale da garantire dei volumi di raccolta (portafoglio) in linea con i budget previsti dalla compagnia , ed il cliente in Italia è poco attento alla valutazione del prodotto, che motivo c’è di creare un prodotto concorrenziale? Basta creare un prodotto che soddisfa in termini provvigionali l’intermediario.

In quanti puntano a sfruttare l’ innovazione tecnologica?

I preventivatori delle compagnie danno la possibilità di far un preventivo quasi esclusivamente sull’RC Auto, ma solo sulla garanzia base RC, e perchè non consentono anche di farlo con tutte le garanzie accessorie, indicando che l’acquisto può esser fatto sempre dagli intermediari?

Con un preventivatore completo in ogni compagnia (tradizionale, bancassurance) il cliente, oltre alla comparazione dei preventivatori delle compagnie dirette o di quelli dei broker che collaborano quasi esclusivamente con compagnie on line e telefoniche (dirette),  potrebbe trovare interessante il prezzo e la completezza di una polizza (garanzie) e recarsi presso il punto vendita più vicino.

I preventivatori degli intermediari perchè chiedono solo una compilazione di un form per poi contattare il cliente?

Ma di quale innovazione parlano i diversi attori? C’è uno scarso coraggio al cambiamento o mancano idee innovative?

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.