Il Libro nasce dall’idea di poter dare il mio apporto alle Compagnie , alle Banche e ai soggetti interessati sulla possibilità di espandere positivamente e quindi con un’ottima raccolta di premi (ottima nel senso anche di redditività per la Compagnia medesima) attraverso piccoli suggerimenti quotidiani che possono essere messi in campo e che, a mio avviso, fanno la differenza. Con pochi gesti, modi e organizzazione del lavoro – i sales e gli account possano fare la differenza per vedere la propria rete crescere e la medesima essere soddisfatta.

L’idea nasce dall’esperienza che mi sono fatto sul campo e su quante volte i punti vitali delle reti stesse (broker, agenti, filiali bancarie e mediatori creditizi) si lamentino non tanto della impossibilità di piazzare i rischi, ma della poca presenza da parte dei sales e, di riflesso, della Compagnia Assicurativa. Ebbene il contatto umano, la vera professionalità che sfocia, in molti casi, in stima reciproca e fiducia, fanno la differenza in questo periodo di crisi. In poche parole l’ascolto, il positivismo e la capacità di saper essere al fianco della propria rete! Trasmettere i sette principi della Psicologia Positiva che alimentano il successo e la performance, sia ai propri collaboratori che alla propria rete.

Citando studi assolutamente comprovanti la tesi appena citata e, dopo aver letto, “tonnellate” di libri sull’argomento, durante le ore notturne insonni, mi sono cimentato in questa scrittura/avventura per dare, in qualche modo, il mio contributo. E’ un argomento per il quale ci sarebbe molto da dire e ancora molto da sperimentare e scrivere. Ancora prima di insegnare a “vendere” bisognerebbe insegnare ad essere felici e trasmettere anche attraverso teorie importanti come quella “dell’oceano blu” – dove si dice che si può vincere senza necessariamente competere – trasmettere entusiasmo e voglia di mettersi alla prova con serenità, professionalità ed etica.

Ovviamente il libro non vuole essere un compendio filosofico, anzi, al suo interno ci sono capitoli dedicati alla programmazione del lavoro, all’autocontrollo delle proprie performance e, ovviamente, al potenziamento della rete con esempi tecnici precisi. Non mancano, ovviamente, spunti interessanti ai nuovi canali di vendita più prettamente virtuali dove saranno case study specifici.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.