Che cos’è l’assicurazione sul conto corrente?

conti-correnti-come-risparmiare-sulle-speseConosciamo bene l’assicurazione per le auto e per le moto, quella sulla vita, e magari anche quelle sui viaggi. Ma pochi in realtà conoscono cosa sono e soprattutto a cosa servono le assicurazioni sul conto corrente. A qualcuno però sarà capitato, al momento di aprire un nuovo conto, di sentirsi proporre dall’impiegato della banca questo prodotto, senza sapere esattamente di cosa si tratta.

Quella sul conto corrente, come ogni altra assicurazione, è una polizza che serve a garantire l’integrità “economica e finanziaria “ del correntista quando quest’ultimo non è in grado di provvedere al proprio sostentamento economico (ed a quello della propria famiglia).

I motivi che portano a questo stato possono essere di varia natura; si va dall’infortunio, alla perdita del lavoro o alla cessazione della propria attività economica, fino anche alla scomparsa del correntista.

In queste situazioni, quello che può accadere è che al titolare del conto continuino a pervenire addebiti; ad esempio per i pagamenti effettuati su carta di credito, per le rate del mutuo e per la domiciliazione delle utenze.

In assenza di fonti di reddito che vadano a rimpinguare il conto, questi addebiti porterebbero in poco tempo il conto stesso ad una forte situazione debitoria, che in caso di morte del correntista, andrebbe a pesare sui suoi eredi.

L’assicurazione del conto fa si che in queste situazioni sia la banca a farsi carico dei pagamenti pendenti per un massimale che normalmente varia tra i 30 ed i 75 mila euro, il tutto ad uno costo mensile della polizza di pochi euro.

Quando conviene l’assicurazione sul conto corrente?

Visto il basso costo della polizza si potrebbe dire che in realtà l’assicurazione sul conto corrente conviene a tutti.

In particolare però questo tipo di polizza risulta essere indispensabile soprattutto per quei correntisti la cui continuità economica è più rischio, ovvero i liberi professionisti e i lavoratori autonomi, che a differenza dei dipendenti, non percepiscono (ad esempio) lo stipendio quando sono in malattia.

L’assicurazione sul conto corrente può essere un utile strumento di protezione delle finanze famigliari anche in quei nuclei in cui viene percepito un solo stipendio, ad esempio quello di uno dei genitori, e che tramite questa  polizza si mette al riparo da pesanti insolvenze, anche nella malaugurata ipotesi in cui l’unico lavoratore della famiglia dovesse smettere di lavorare per motivi che possono essere più o meno gravi (perdita dell’occupazione, o morte).

Luca Bozzi di www.conticorrentiaconfronto.it, un partner di AssicuriamociBene.it

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.