bersani01gQuesito posto dal lettore del Blog al servizio gratuito “L’esperto risponde“:

Buongiorno, devo comprare un nuovo veicolo e vorrei intestare a me sia il veicolo sia la polizza. Mio padre e mia madre sono proprietari ciascuno di un veicolo. Non avrei problemi ad ereditare la classe di mia madre (CU6) ma vorrei ereditare quella di mio padre (CU1). Il problema è che l’auto di cui è proprietario mio padre è quella che daremmo dentro al concessionario per prendere quella nuova. E’ possibile ereditare quella classe visto che molto spesso ho sentito dire che la polizza da cui si eredita la classe deve essere attiva? 

Risposta dello staff di Assicuriamoci Bene:

Gentile lettore, grazie al Decreto Legge del 31 gennaio 2007, n.7 (c.d. Decreto Bersani), punto n. 2 dell’ art. 5,che ha integrato l’art. 134 del codice delle Assicurazioni, è possibile usufruire della migliore classe di merito di un qualsiasi convivente del nucleo familiare per assicurare un altro veicolo (di stessa categoria).

Nel suo caso, condizione fondamentale è che suo padre o sua madre siano nel suo stesso nucleo familiare. Questo status viene certificato da uno “stato di famiglia” o se consentito dall’impresa di assicurazione da una “autocertificazione”.

Se entrambi i genitori sono nel suo stato di famiglia, può utilizzare il miglior attestato, che nel suo caso è quello di suo padre, che una classe CU 1. Non importa che il veicolo di suo padre verrà alienato, dandolo alla concessionaria, in quanto l’attestato di rischio ha validità cinque anni.

In quest’ultimo caso, lei potrà intestare il veicolo e la polizza a suo nome, presentando l’attestato di rischio di suo padre, chiedendo di sfruttare la legge Bersani. Se si assicura nella stessa compagnia in cui è assicurato suo padre non dovrebbe esser necessario richiedere e presentare l’ attestato in quanto i dati assicurativi sono in loro possesso, altrimenti se vuol assicurare il nuovo veicolo in un’ altra impresa assicurativa, suo padre dovrà richiedere l’attestato e questo dovrà esser rilasciato entro 15 giorni (vedi approfondimento).

Art. 134 (Attestazione sullo stato del rischio) comma 4 bis del Codice

L’impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo a un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall’ ultimo attestato di rischio conseguito sul veicolo già assicurato.

 

 

Un pensiero su “Come intestare il veicolo e la polizza, sfruttando la classe di merito di un convivente”
  1. Vorrei puntualizzare una cosa!
    Un discorso e’ ereditare un contratto assicurativo un altro e’ usufruire dei benefici grazie al decreto bersani!
    Nel caso specifico visto che il veicolo del padre ( cu 1) verra’ alienato converra’ al figlio cointestare il nuovo veicolo con il padre e trasferire dunque la classe di merito ad entrambi e non si parla dunque in questo caso di decreto bersani ma trasferimento di diritto della propria classe di merito maturata lungo il corso degli anni.
    (L’ eredita’ di un contratto si verifica in caso di decesso)!
    Per concludere…. La soluzione su scritta ,ovviamente, e’ da tenere in considerazione solo se il padre non intende acquistare un ulteriore veicolo a nome proprio, in caso contrario decreto bersani fintanto che non viene alienato…..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.