Mutui e Comparazione Rc Auto: tavolo di lavoro sulla trasparenza per i clienti

RIUNIONI1Ennesimo incontro tra l’Ivass e le associazioni dei consumatori, avvenuto il 5 maggio, per una maggiore trasparenza e tutela della clientela. A quest’ultimo giro ha partecipato anche Banca d’Italia che di recente ha istituito il Servizio Tutela Clienti e Antiriciclaggio.

L’ordine del giorno è stato nuovamente incentrato sul vecchio argomento delle polizze vendute dalle banche connesse ai finanziamenti (prestiti e mutui), e sul recente argomento (discusso e contestato da molti operatori del mercato, principalmente da intermediari tradizionali) sulla trasparenza e sul sistema di graduatorie dei comparatori di polizze r.c. auto.

La domanda sorge spontanea, è stato chiesto l’ ok a Genny ‘a carogna?

A parte l’ironia, le tre parti hanno condiviso (come indicato nel comunicato) di perseguire tre obiettivi per una maggiore trasparenza e informazione sul tema delle polizze connesse ai finanziamenti:

  • accrescere la trasparenza e la comparabilità nell’offerta di questi prodotti come fattori essenziali per garantire correttezza e quindi maggiore concorrenza nel mercato;
  • aumentare la consapevolezza della clientela attraverso campagne educative istituzionali, da sviluppare anche con il contributo delle Associazioni dei consumatori, che si avvalgano di strumenti innovativi quali i social network e di un linguaggio più vicino al cittadino, e nello stesso tempo assicurare una maggiore assistenza della clientela da parte degli addetti alla vendita;
  • mantenere alti i presidi di vigilanza e sanzionatori, a garanzia del rispetto della normativa vigente.

L’aggiornamento di tale incontro sarà per il prossimo 9 luglio 2014.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.