conti-correnti-come-risparmiare-sulle-speseIn un mercato “ideale” (per lo meno, per l’ottica del consumatore), le assicurazioni presenti e commercialmente attive dovrebbero essere quelle in grado di proporre le migliori condizioni, le più rapide risposte, i più tempestivi riscontri. Così, in realtà, evidentemente non è. Le novità inglobate dallo schema di provvedimento Ivass prevedono tuttavia nuovi criteri per il calcolo dei valori dei costi e delle franchigie sulla base dei quali sono realizzate le compensazioni tra imprese di assicurazione auto nell’ambito della procedura di risarcimento diretto, e che potrebbero apportare qualche efficientamento al settore.

Ebbene, come ricordato da un recente approfondimento di SosTariffe.it, l’Ivass avrà il compito di definire il criterio di calcolo dei valori dei costi e delle eventuali franchigie sulla base dei quali vengono appunto determinate le compensazioni. Ne consegue che le assicurazioni che riusciranno a ridurre il costo dei sinistri e aumentare la velocità del processo di liquidazione, potranno avere accesso a supporti e vantaggi e, di contro, coloro i quali si caratterizzano per carenze e mancanze nei confronti degli utenti e delle altre compagnie assicurative, subiranno l’applicazione di penalizzazioni.

Ma basterà questo nuovo sistema per poter apportare le attese variazioni al sistema di convenzione tra gli assicuratori per il risarcimento diretto e, in ultima istanza, indiretti miglioramenti in capo ai contribuenti e ai clienti delle compagnie?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.