Assicurazioni auto e cambio di residenza

308SW_1401PC029Come noto, nell’attesa (forse, vana) che la tariffa unica nazionale delle RCA entri in vigore nel nostro Paese), il criterio della residenza sembra essere uno dei più influenti per cercare di abbassare il premio assicurativo: in altri termini, e con un comportamento non certo particolarmente ortodosso, alcuni automobilisti cambiano ad hoc la propria residenza, attribuendola in quelle province nelle quali i premi assicurativi sono più bassi, proprio al fine di avere un contratto più leggero.

Oltre che scorretto, tuttavia, questo atteggiamento corre il rischio di creare gravi pregiudizi nel momento in cui si procede a esercitare la risarcibilità prevista in assicurazione auto. Stando a quanto ricordava SosTariffe.it, infatti, l’abitudine di denunciare una residenza diversa da quella effettiva, al solo fine di pagare un premio inferiore nella polizza auto, è un comportamento in grado di condurre a denuncia il contraente della polizza.

Bene dunque non solamente comunicare alla propria compagnia assicurativa la propria effettiva residenza, quanto – altresì – procedere ad aggiornare l’assicuratore su tutti gli spostamenti della stessa: chi infatti cambia residenza senza avvisare la propria compagnia assicurativa corre il rischio di beneficiare di un risarcimento nullo o parziale se vi è evidente sproporzione tra le tariffe applicate dalla compagnia assicurativa nelle diverse località interessate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.