Citazione presso il Giudice di Pace per un sinistro auto

gomma bucataL’esperto risponde è il servizio gratuito di Assicuriamoci Bene a disposizione dei propri lettori e utenti per supportarli in merito a quesiti di natura assicurativa, legale e di risarcimento sinistri.

Quesito: Vi scrivo per chiedere consiglio su un sinistro accaduto nel mese di novembre del 2014: mia moglie tamponava un’altra autovettura ferma allo stop, riconoscendo la colpa è stato compilato il cid e successivamente portato alla mia compagnia assicuratrice (premetto che l’assicurazione e l’autovettura sono a me intestate).

Adesso mi vedo arrivare un atto di citazione presso il giudice di pace in cui viene citata insieme all’assicurazione della controparte anche mia moglie  per accertare e condannare al risarcimento dei danni più le spese legali. Ho provato a rivolgermi alla mia compagnia ma mi è stato detto che non devo preoccuparmi. La mia domanda è la seguente, devo preoccuparmi?  ci dobbiamo presentare davanti al giudice di pace? possiamo essere condannati al risarcimento se la compagnia della controparte citata non dovesse pagare? dovrei consultare un’avvocato? come posso muovermi?

Risposta: Gentile lettore, lei e Sua moglie potete stare tranquilli. Innanzitutto La invito a controllare se nella parte dell’atto di citazione relativo alle conclusioni ci sia effettivamente una richiesta di condanna di Sua moglie, oppure se ci sia solo una citazione a comparire per sentire accertata la sua responsabilità. Che sarebbe l’unica via corretta.

Ma anche Vi fosse (erroneamente), una citazione di Sua moglie per venire condannata al risarcimento, a Voi non cambia nulla. Tanto nè Lei (che non è stato neppure citato), nè Sua moglie sarete mai tenuti a sopportare il costo del risarcimento dei danni per circolazione di un veicolo regolarmente assicurato. Si tratta della funzione principale dell’assicurazione Rc Auto.
In altri termini, ammesso che il Giudice di Pace condanni Sua moglie (ne dubito), il danneggiato non chiederà i soldi a Sua moglie, ma alla compagnia, che è molto più solvibile, e comunque, anche se qualcuno Le chiedesse del denaro, pagherebbe la Sua assicurazione, non Lei, nè Sua moglie.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.