Le assicurazioni del futuro sono digitali ed economiche

vehicleSecondo uno studio della società di consulenza Roland Berger le compagnie assicurative europee per il 2015 puntano sulle nuove tecnologie IOT (Internet Of Things) per conquistare il mercato. I contratti assicurativi, i premi, le polizze danni: tutto è sulla strada giusta per essere “connesso” attraverso gps, scatole nere ed app per smartphone. In Italia cinque compagnie propongono assicurazioni in cui la connessione è già sinonimo di sconto.

La società di consulenza Roland Berger ha realizzato in collaborazione con Efma (European Financial Management Association) uno studio sull’incidenza dell’uso delle nuove tecnologie IOT (Internet Of Things) sui ribassi delle polizze assicurative. I dati riguardano 23 compagnie di assicurazioni in 8 paesi europei e dimostrano come il mercato assicurativo UE stia diventando sempre più “connesso”.

Lo studio rivela come nel 2015 le assicurazioni che faranno affidamento su scatole nere, gps e app per smartphone rappresentano il 34% e in Italia già ben cinque compagnie assicurative propongono sconti su Rc auto ed Rc moto con un legame diretto tra comportamento corretto (monitorato con i dispositivi di nuova generazione) del conducente e tariffe ribassate.

Le nuove tecnologie IOT stanno rivoluzionando il settore, che a breve termine sarà improntato sulla modulazione dei prezzi assicurazioni a favore del cliente in base al suo comportamento di guida. Tuttavia ancora nessun assicuratore europeo ha già messo in pratica la fase pay how you drive (paga per come guidi) anche se la sola installazione di una scatola nera è sinonimo di sconto.

Per confrontare già da ora i prezzi delle assicurazioni e trovare la polizza economica basta comparare i preventivi di diverse compagnie assicurative su SosTariffe.it.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.