europ-assistanceItaliani con la valigia in mano, sempre più pronti a partire ma con la cautela di una polizza che garantisca protezione e tranquillità. Si avvicina il periodo vacanziero per eccellenza e, in base all’acquisto di polizze per il viaggio, Europ Assistance, la Compagnia di Assistenza del Gruppo Generali, segnala verso quali destinazioni vengono acquistate più polizze anche in confronto allo stesso periodo dello scorso anno[1].

 

A influenzare  la speciale classifica è evidentemente il timore – in caso di necessità – di affrontare costi altissimi della sanità privata o malfunzionamenti della sanità pubblica locale. Timore  che, grazie alla sottoscrizione di una polizza viaggi, che garantisce assistenza sanitaria h24 e copertura delle spese mediche  in caso di infortunio o malattia viene superato.

Infatti, ben il 22% degli Italiani, in leggero aumento rispetto al dato dello scorso anno che si aggirava intorno al 20%, stipula una polizza per un viaggio negli Stati Uniti d’America dove, si sa, a causa di una gestione della Sanità completamente affidata ai privati, anche un piccolo problema di carattere sanitario può generare un considerevole esborso di denaro.

 

Mentre evidentemente la crisi greca genera più di qualche dubbio che la vacanza in terra Ellenica – a cui comunque non si rinuncia nonostante l’attuale crisi finanziaria – possa essere rovinata da disservizi o mancanze. Se confrontato con lo stesso periodo del 2014 sono infatti più che raddoppiate le polizze viaggio stipulate dagli italiani portando la percentuale sul totale dal 3,16 al 7,94% e facendo della Grecia il secondo Paese al mondo per assicurazioni in viaggio stipulate online con Europ Assistance.

 

A perdere il secondo posto in classifica scendendo in terza posizione tra i Paesi verso cui ci si assicura di più è la Thailandia, luogo dai paesaggi mozzafiato ma del quale evidentemente si diffida, soprattutto per la qualità delle sue strutture sanitarie.

 

Dall’analisi fatta sembra dunque che a preoccupare i viaggiatori italiani siano più i potenziali costi o le inefficienze  dei vari sistemi sanitari locali che gli altri possibili imprevisti in viaggio.

D’altra parte il Barometro Vacanze 2015 Ipsos-Europ Assistance aveva già evidenziato come la maggior preoccupazione, per più di un Italiano su due (53%), sia proprio un problema di salute durante il viaggio per sé o per un familiare.

 

Curioso, in chiusura, il dato che vede gli Italiani assicurarsi per un viaggio entro i confini del Bel Paese che seppur stabile rispetto allo scorso anno (il 2% circa del totale) è più alto di destinazioni quali India, Marocco e Turchia. Segno che talvolta ci si sente più protetti con una polizza viaggi anche se si gioca in casa.

[1] Dati riferiti a polizze viaggi stipulate sul sito europassistance.it nel periodo 1 Giugno – 15 Luglio 2014 e 1 Giugno – 15 Luglio 2015

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.