Zurich lancia il programma “smart working” per i propri dipendenti

Zurich rende noto di aver lanciato per i propri dipendenti il programma “smart working” che prevede la possibilità di lavorare al di fuori della sede di lavoro assegnata, da casa o in un luogo alternativo alla propria abitazione, senza un orario fisso.

Dopo un periodo di sperimentazione di sei mesi- che ha confermato la validità e l’efficacia del progetto – lo smart working è ora un’opportunità per tutti i dipendenti Zurich ed è in linea con la cultura aziendale innovativa dell’azienda.

I principi fondamentali su cui si basa lo smart working di Zurich sono il rapporto fiduciario tra impresa e lavoratore, l’autonomia e la responsabilizzazione delle persone a tutti i livelli. Ai dipendenti che aderiranno in modo volontario al programma, Zurich mette a disposizione gli strumenti di lavoro necessari quali pc, software, connessione internet, telefonica e la possibilità di accedere in remoto alle reti aziendali. L’accordo sullo smart working coinvolge circa 1.000 dipendenti Zurich in Italia ed è stato siglato con le organizzazioni sindacali First/Cisl, Fisac/Cgil, FNA, Snfa e Uilca.
Oliviero Bernardi, Head of HR di Zurich, dichiara: “Siamo molto soddisfatti di aver esteso a tutti i nostri dipendenti la possibilità di accedere allo smart working. Da alcuni anni implementiamo innovativi modelli di organizzazione del lavoro, misurando ad esempio le prestazioni dei nostri dipendenti sui risultati e non sul totale di ore lavorate. Oggi Zurich è pronta ad affrontare la sfida dello smart working, un percorso che attraverso una maggiore autonomia e responsabilizzazione delle persone migliora la qualità della vita dei dipendenti e permette di ottenere i migliori risultati e valore aggiunto.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.