Zurich presenta una ricerca sulla fiducia nei professionisti

A pochi giorni dall’entrata in vigore della “Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense”, che prevede la polizza Responsabilità Civile (di seguito RC) e infortuni obbligatoria per gli avvocati1 con effetto dall’11 ottobre 2017, Zurich presenta i risultati dell’analisi curata da Swg sul rapporto tra italiani e avvocati.

Dal sondaggio emerge un aumento del bisogno di prestazioni da parte di un avvocato rispetto agli ultimi 10 anni, da parte di circa 1 intervistato su 2, il 53% del campione. Tuttavia circa la metà degli intervistati, il 46%, dichiara di aver rinunciato alle prestazioni di un avvocato, prevalentemente a causa dei costi insostenibili e dei tempi lunghissimi della giustizia.
La ricerca inoltre evidenzia che circa 2 intervistati su 3, il 64%, nell’arco della vita hanno usufruito dei servizi di un avvocato. Se a questo si aggiunge che un intervistato su quattro, il 26%, ha pensato di fare causa al proprio avvocato, risulta evidente come l’esigenza di maggiori garanzie a protezione dei professionisti sia fondamentale.
Assicurazione obbligatoria per gli Avvocati

L’11 ottobre entrerà in vigore il decreto che stabilisce l’obbligatorietà di un’assicurazione per gli avvocati, stabilendo le condizioni essenziali e i massimali minimi delle polizze RC e infortuni.
Zurich Insurance Plc ha sviluppato un’offerta assicurativa completa e mirata per gli avvocati e per gli studi legali, conforme ai requisiti previsti dalla legge, che garantisce flessibilità e personalizzazione secondo i bisogni e le necessità delle diverse professioni forensi:
• Zurich Pro offre la copertura della Responsabilità Civile dell’Avvocato per tutti i danni causati a Terzi nello svolgimento dell’attività professionale;

• Zurich Tutti Protetti Aziende e Zurich Fortuna 2.0 invece, sono i prodotti per la protezione dagli infortuni, con estensione della copertura 24 ore (attività professionale ed extraprofessionale) ad avvocati e dipendenti degli studi professionali.

Maggiori dettagli

L’indagine di Zurich si colloca in uno scenario caratterizzato da una generale sfiducia verso il prossimo (negli ultimi 10 anni la fiducia è crollata progressivamente del 40%), anche se nell’ultimo anno si registra un debole miglioramento del 13%.

Analizzando quindi la fiducia degli italiani nelle figure professionali, emerge che solo il 27% degli intervistati ha fiducia verso la categoria professionale degli avvocati, rispetto al 53% della fiducia riposta nei commercialisti.

Dall’analisi emerge che le professioni legali di cui ci si avvale maggiormente sono: Diritto Civile (53%), Diritto del Lavoro (19%), Diritto amministrativo, Diritto penale e Diritto di famiglia (tutti al 10%).

Si registra inoltre un alto grado di soddisfazione da parte dei clienti nei confronti dei servizi offerti dal proprio avvocato rispetto a: correttezza e professionalità (76%), cura dei propri interessi (70%) e correttezza della parcella (62%).

Metodologia:
SOGGETTO REALIZZATORE:
SWG S.p.A.
COMMITTENTE:
Zurich Insurance Plc
TIPOLOGIA DI INDAGINE:
Indagine quantitativa con questionario strutturato
UNIVERSO DI RIFERIMENTO:
Popolazione maggiorenne residente in Italia
CAMPIONE:
1.300 interviste
METODO DI RILEVAZIONE:
Interviste online (CAWI)
PERIODO DI RILEVAZIONE:
Dal 12 giugno al 15 giugno 2017

 

Lascia un commento