SIMLA: il danno morale deve valutarlo il medico legale

SIMLA – La Società Italiana Medicina Legale (SIMLA), presieduta dal Prof. Riccardo Zoja, ha organizzato un gruppo di lavoro cui hanno preso parte molti dei più autorevoli specialisti in materia, per un confronto sulla valutazione del danno morale alla luce degli ultimi sviluppi normativi e giurisprudenziali, che portasse all’individuazione di alcuni assunti condivisi.

Ne è scaturito un documento (si può scaricare dal sito www.simlaweb.it o cliccando qui) che sintetizza i principi su cui convergono i partecipanti al confronto. tale documento innanzitutto propone una definizione della sofferenza morale, quale “stato emotivo della persona, temporaneo e/o permanente, produttivo di percezione di disagio/degrado/dolore, rispetto alla condizione anteriore.”. Si tratta di una definizione nuova, che supera quelle precedenti ed è più adatta ad individuare quella categoria di danno che per i medici di SIMLA è autonomo, ontologicamente diverso dal danno biologico, e deve essere valutato dagli specialisti in medicina legale, onde sfuggire a valutazioni inique.

E’ interessante l’esempio che viene fornito nel documento di sintesi pubblicato da SIMLA, che distingue tra la grave lesione che ha comportato demenza, e la grave lesione che ha comportato tetraplegia. Nel primo caso ci sarà probabilmente una nulla sofferenza data dalla sensazione di perdita di una condizione preesistente, mentre nel secondo sarebbe massima, eppure per le Tabelle che vincolano il danno morale alla severità del danno da invalidità permanente, la sofferenza morale dei due casi sarebbe ugualmente risarcita.

Il documento pubblicato da SIMLA conclude con gli assunti sui quali convergono tutti i partecipanti ai lavori, che sono i seguenti:

-La sofferenza morale da lesione/menomazione dell’integrità psicofisica è una componente del danno non patrimoniale alla persona, autonoma rispetto al danno biologico.

– La sofferenza morale non può essere misurata con un automatismo matematico legato alla durata del danno biologico temporaneo ed alla percentuale di danno biologico permanente.

– Lo specialista in Medicina Legale possiede gli strumenti idonei per dare un contributo tecnico motivato all’accertamento e valutazione della sofferenza morale legata a lesioni/menomazioni psico-fisiche.

Una presa di posizione del genere, da parte di un’associazione così autorevole, fa pensare che il meccanismo predisposto dalle Tabelle pubblicate dal Tribunale di Milano, che ha incluso il danno morale nel punto di invalidità permanente, possa cedere un domani il passo a un nuovo sistema di valutazione, che eviti gli automatismi.

Ciò potrebbe essere molto interessante visto che ancora non sono state pubblicate le tabelle di legge per le lesioni macropermanenti dal 10% in su. Tali tabelle dovrebbero ricalcare quelle del Tribunale di Milano, che computano il danno morale in modo sostanzialmente automatico col crescere del grado di invalidità permanente.

Resta da vedere se la messa in discussione del danno morale così com’è concepito non rischi di essere strumentalizzata al fine di mettere in dubbio la sussistenza dello stesso nelle valutazioni più vicine al 10%, per non parlare delle valutazioni delle micropermanenti, che raramente comprendono il risarcimento del danno morale, liquidabile tutt’al più come “personalizzazione” nella misura del quinto del danno biologico, secondo quanto previsto dall’art. 139 del codice delle assicurazioni private.

Non resta che aspettare l’annunciata codificazione, che immagino possa tradursi in bareme e tabellazioni, per capire in quale direzione possa svilupparsi questa nuova fase della tormentata storia del danno morale.

Avv. Antonio Benevento

www.studiolegalebenevento.it

___

Assicuriamoci Bene in collaborazione con un team di professionisti (studi professionali di periti ed avvocati, esperti di diritto delle assicurazioni, della quantificazione del danno, di ricostruzione delle dinamiche degli incidenti), ha predisposto il servizio “L’ esperto risponde” per gli utenti del Blog.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com