Guida alla scelta della migliore offerta RC auto

Il mercato dell’RC Auto è un mercato vasto e competitivo; cercare di trovare la polizza giusta per le proprie esigenze, che coniughi affidabilità ed economicità, può diventare un’impresa ardua.

Nel valutare le varie offerte RC auto, bisogna tener conto , oltre che del costo, di diverse altre componenti quali il “massimale”, la somma massima che la compagnia si impegna a pagare in caso di sinistro, la presenza o meno della “franchigia”, una clausola che prevede il danno a carico dell’assicurato, se è  pari o inferiore all’importo concordato di franchigia e la “clausola di esclusione e diritto di rivalsa”, costituita da un elenco di casi in cui la compagnia non ha l’obbligo di risarcire i danni.

Ciascuna compagnia assicurativa, inoltre, determina la cifra del premio in base alla rischiosità del veicolo, valutata attraverso vari parametri quali l’età del conducente, la regione in cui abita, la sua storia assicurativa. Quest’ultima viene misurata attraverso il meccanismo Bonus Malus che assegna una classe di merito a seconda se si è un automobilista più o meno virtuoso e va da 1 a 18 punti. Tuttavia, non tutte le agenzie usano gli stessi parametri o li valutano allo stesso modo, per questo anche i prezzi variano tra loro.

Quanto esposto fin qui, riguarda la parte per legge obbligatoria dell’assicurazione RCA; bisogna, poi, valutare le diverse opzioni accessorie offerte dalle compagnie, ragionare bene su quanto e come viene utilizzata la propria auto e decidere quali prodotti offerti sono più idonei alle proprie necessità.

Le garanzie accessorie possono riguardare:

  • infortuni del conducente, altrimenti vengono risarciti, per eventuali danni subiti, solo le persone presenti nell’auto al momento dell’incidente e non l’assicurato;
  • furto e incendio;
  • polizza “kasko”, che prevede il risarcimento dei danni al mezzo assicurato non provocati da altri (uscita fuori strada, ribaltamento);
  • tutela legale nei casi di sinistri controversi;
  • assistenza stradale con recupero dell’auto in panne e traino fino all’officina più vicina.

La scelta di una di queste opzioni fa, naturalmente, aumentare la tariffa assicurativa; al contrario, alcune proposte delle compagnie permettono di avere vantaggi economici o sconti se l’assicurato dimostra di essere un conducente virtuoso o collabora al monitoraggio dei sinistri.

Ad esempio, l’installazione nella propria auto della scatola nera nelle zone a più alto rischio frodi ha portato ad un risparmio per l’assicurato fino al 20-25%. Si tratta di un dispositivo in grado di comunicare alla compagnia i dati raccolti in tempo reale in caso di incidente (velocità, tempo di frenata, ecc.)

Altri sconti si possono avere se si permette, prima della stipula, un’ispezione preventiva del proprio veicolo o ancora se si monta, sempre sull’auto, il dispositivo “Alcolock” che impedisce l’avvio del motore qualora il tasso di alcolemia del conducente sia superiore alla soglia di legge.

Da questo veloce excursus si evince chiaramente che trovare da soli la polizza ideale è quasi impossibile, per questo sempre più persone si affidano ad un comparatore online che confronta le offerte RC auto di più compagnie in soli tre minuti e fornisce un elenco delle proposte di polizza più convenienti, tenendo conto del profilo, delle esigenze, dello stile di guida dell’assicurato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.