Responsabilità nel sinistro e malus

Ho causato o sono stato coinvolto in un sinistro r.c.a., e mi hanno attribuito un concorso di colpa, scatta il malus? La normativa a riguarda non lascia dubbi.

Nel caso di responsabilità principale del sinistro, cioè nel sinistro ho “torto” (responsabilità >= 51%), scatta il malus ovvero la classe di merito CU sale di due classi, e il sinistro verrà annotato nel pagellino.

In caso di responsabilità non principale, cioè nel sinistro ho “ragione”, non verrà attribuito il malus e non verrà annotato nel pagellino.

In caso di responsabilità paritaria, cioè nel sinistro ho un “concorso di colpa”, non verrà attribuito il malus, ma verrà annotato nel pagellino.

In caso di altri sinistri con responsabilità paritaria, le percentuali attribuite in ogni sinistro si cumulano, e al raggiungimento del 51% scatta il malus.

Il cumulo viene fatto in un periodo di osservazione di 5 anni, a partire dalla prima annotazione, cioè dal primo sinistro con concorso di colpa.

Decorsi 5 anni dalla prima annotazione, se non dovesse scattare il malus per responsabilità cumulata pari ad almeno il 51%, si conclude il periodo di osservazione.

Vediamo alcuni esempi:

Caso 1. Il veicolo “A” ha una responsabilità principale nel sinistro del 100% (torto) mentre il veicolo “B” non ha nessuna responsabilità (ragione). Il veicolo “A” avrà il malus, mentre il veicolo “B” non subirà nessun malus.

Caso 2. Il veicolo “A” ha una responsabilità paritaria nel sinistro del 70% (concorso di colpa) mentre il veicolo “B” ha nessuna responsabilità paritaria (concorso di colpa ) nel sinistro del 30%. Il veicolo “A” avrà il malus, mentre il veicolo “B” non subirà nessun malus, ma verrà annotato nel suo pagellino.

Caso 3. Il veicolo “A” ha un concorso di colpa del 25%, il veicolo “B” ha un concorso di colpa del 25%, il veicolo “C” ha un concorso di colpa del 25%, il veicolo “D” ha un concorso di colpa del 25%, a nessuno dei 4 veicoli verrà attribuito il malus, tuttavia verrà annotato nel loro pagellino.

Caso 4. Il veicolo “A” ha un concorso di colpa del 50%, il veicolo “B” ha un concorso di colpa del 50%, a nessuno dei 2 veicoli verrà attribuito il malus, tuttavia verrà annotato nel loro pagellino.

Caso 5. Il veicolo “A” nel pagellino ha un sinistro con responsabilità paritaria del 25%, in un successivo sinistro gli viene attribuito un concorso di colpa del 25%. Non scatta il malus ma verrà annotato nel pagellino l’ulteriore sinistro con responsabilità paritaria.

Caso 6. Il veicolo “A” nel pagellino ha un sinistro con responsabilità paritaria del 25%, in un successivo sinistro gli viene attribuito un concorso di colpa del 50%. Scatta il malus.


Il Regolamento Ivass n. 9/2015 stabilisce che:

“la responsabilità principale, nel caso di sinistri tra due o più veicoli, è riferita al veicolo cui sia stato attribuito un grado di responsabilità superiore a quello degli altri veicoli coinvolti.

La quota di responsabilità non principale, accertata a carico dell’altro o degli altri veicoli, non dà luogo né all’annotazione nell’attestato di rischio né all’applicazione del malus.

In caso di sinistri, tra due o più veicoli, cui sia stato attribuito un grado di responsabilità paritaria, nessuno dei contratti relativi ai veicoli coinvolti subirà l’applicazione del malus. In tal caso, tuttavia, si darà luogo all’annotazione nell’attestato di rischio della percentuale di corresponsabilità attribuita poiché, qualora a seguito di più sinistri verificatisi nell’ultimo quinquennio di osservazione della sinistralità, venga raggiunta la percentuale di responsabilità “cumulata” pari almeno al 51%, si potrà dar luogo all’applicazione del malus. Il periodo di osservazione si conclude senza applicazione di penalità se, entro 5 anni dalla prima annotazione, il cumulo delle quote non raggiunga la soglia del 51%. “

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.