Banca di Asti digitalizza la comunicazione con i propri clienti grazie a WhatsApp for Business e LivePerson

Grazie a un account certificato sulla nota piattaforma di messaggistica, Banca di Asti è tra le prime banche in Italia a utilizzare questo servizio per comunicare con i clienti

LivePerson, Inc. (Nasdaq: LPSN), leader globale nelle soluzioni per il conversational commerce, annuncia che Banca di Asti, istituto di credito fondato nel 1842, capogruppo del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti con 137 filiali insediate in tutto il Nord Italia, ha integrato il servizio di WhatsApp for Business per comunicare con i propri clienti.

Il canale WhatsApp si aggiunge così a email e SMS come canale di contatto che le banche del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti utilizzano per comunicare con i loro clienti.

LivePerson, grazie alla propria tecnologia, ha permesso l’integrazione di WhatsApp for Business, applicazione pensata appositamente per le aziende. Grazie ad essa è possibile semplificare l’interazione con i propri clienti attraverso degli strumenti che permettono di automatizzare, organizzare e rispondere velocemente ai messaggi. Nello specifico WhatsApp for Business funziona come WhatsApp Messenger offrendo la stessa esperienza di utilizzo, dal mandare messaggi di testo e vocali, a inviare foto.

Banca di Asti e Biver Banca hanno adesso la possibilità di comunicare con i clienti attraverso un profilo certificato. Gli utenti business, infatti, devono necessariamente registrarsi per dimostrare di non essere profili fake e poter essere così certificati dal servizio di messaggistica, tramite la “spunta verde” che li identifica.

Nella chat, la spunta compare accanto al nome del contatto e garantisce che il numero di telefono appartiene a un account verificato.

“Abbiamo integrato WhatsApp for Business grazie alla nostra tecnologia proprietaria”, dichiara Agostino Bertoldi, Vice President Southern Europe di LivePerson. “Le modalità con cui i consumatori comunicano tra loro continuano a evolversi e lo stesso devono fare le aziende. Abbiamo collaborato con Banca di Asti a questo progetto in quanto il loro desiderio, sviluppato tramite noi, era offrire un’esperienza sempre più digitale e tempestiva ai propri clienti”.

L’adozione di Whatsapp si inserisce nel più ampio progetto della Filiale OnLine, una filiale tutta digitale e contemporaneamente umana, grazie a un team di esperti a disposizione attraverso telefono, e-mail, SMS e adesso WhatsApp, per soddisfare i clienti che oltre all’operatività digitale apprezzano il contatto umano, anche a distanza.

Il fulcro della Filiale OnLine di Banca di Asti è la firma digitale, lo strumento necessario per sottoscrivere documenti a distanza, che consente di concludere da remoto il processo di vendita di prodotti e servizi.

Grazie alla firma digitale i clienti delle Banche del Gruppo possono, ad esempio, acquistare la carta di debito o richiedere un prestito personale, firmare i documenti relativi al trattamento dei dati personali e, presto investire i propri risparmi in un conto deposito vincolato: il numero di operazioni che si possono concludere a distanza è in continua evoluzione.

“Nell’ambito dello sviluppo dei canali digitali puntiamo a offrire ai nostri clienti gli strumenti che la tecnologia rende disponibili per semplificare il rapporto con la Banca”, afferma Isidoro Albergucci, Responsabile Servizio Canali Diretti e Comunicazione del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti. “Abbiamo strutturato un modello di relazione bancaria svincolata dagli abituali limiti imposti dalla rete di vendita (luogo e orario), per offrire ai nostri clienti la possibilità di continuare a relazionarsi con noi anche nel caso in cui non possano recarsi in filiale per compiere operazioni.”

La Filiale on Line è una filiale vera e propria, costituita presso la sede centrale dell’istituto di credito: i riferimenti della filiale fisica rimangono gli stessi e i clienti hanno in più la possibilità di concludere acquisti on line e avere un interlocutore esperto a cui rivolgersi, anche al di fuori dell’orario di apertura delle filiali fisiche. 

“Grazie a LivePerson, adesso abbiamo tutti gli strumenti digitali necessari per affrontare in maniera competitiva un mercato in rapida evoluzione, integrando ma non sostituendo la relazione abituale instaurata con i nostri clienti”, conclude Albergucci. “Nella Filiale OnLine operano 5 giovani consulenti con esperienza maturata nella rete delle agenzie e formati per assistere i clienti attraverso il telefono, le email, gli SMS e ora anche WhatsApp.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.