Fondo di Garanzia a sostegno delle PMI, anche alla categoria degli intermediari

ACB, Associazione di Categoria Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni, accoglie con soddisfazione l’approvazione dell’emendamento da parte della
commissione Attività produttive e Finanze della Camera che apre il Fondo di Garanzia previsto dal Decreto Liquidità a sostegno delle PMI, anche alla categoria degli intermediari.
ACB, tempo fa aveva inviato una lettera al Ministero dello Sviluppo Economico in rappresentanza della Categoria dei Broker di Assicurazioni, intermediari iscritti alla Sezione B) del Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e Riassicurativi (RUI) .
La comunicazione sottolineava che all’interno delle “Disposizioni Operative” – che disciplinano il Fondo di Garanzia – venivano esclusi dai beneficiari gli operatori qualificati alla lettera K del Codice ATECO, che corrisponde alle Attività Finanziarie e Assicurative e che comprende anche
quelle attività definite come “Ausiliarie della Distribuzione Assicurativa”, tra cui è indicata l’attività dei Broker di Assicurazione, identificata con il Codice ATECO alla lettera K 66.22.01. ; di fatto paragonati alle Compagnie Assicurative.
In un momento storico di grande sofferenza finanziaria e sociale, e di difficile situazione economica la categoria dei Broker Assicurativi è stata pesantemente penalizzata accusando una forte riduzione di liquidità dovuta a minori introiti per una mancata entrata di fatturato provvigionale.
ACB, da sempre vicina ai suoi associati ha richiesto questo fondamentale intervento al Ministero, affinché anche i Broker di Assicurazione, nonché i propri collaboratori e produttori con i relativi Codici Ateco 66.22.01 e 66.22.04 potessero essere inclusi nel Fondo di Garanzia per le PMI,
sottolineando le gravi difficoltà del Comparto.
“A fronte dell’approvazione dell’emendamento inserito nel Decreto Cura Italia – dichiara il presidente Viganotti – siamo molto soddisfatti del risultato della nostra azione presso le istituzioni , azione mirata alla protezione della categoria dei Broker Assicurativi, strutture di fondamentale importanza all’interno del comparto assicurativo, e che contribuiscono a costituire il tessuto produttivo della nostra economia nazionale” “Un particolare apprezzamento al Ministero ed ai parlamentari che hanno valutato
positivamente le richieste pervenute dalla categoria”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.