Pubblica il tuo annuncio di lavoro

Su AssicuriamociBene.it puoi pubblicare il tuo annuncio di lavoro!


A chi è rivolto

  • Imprese assicurative
  • Intermediari assicurativi (iscritti alle sezioni A-B-C-D del RUI)
  • Collaboratori assicurativi (Addetti interni o collaboratori iscritti alla sezione E del RUI)

L’annuncio di lavoro può esser pubblicato sia da chi cerca un nuovo lavoro, sia da chi cerca lavoratori.


Come trovare nuove opportunità

Periodicamente su AssicuriamociBene.it pubblichiamo i comunicati stampa, gli annunci di lavoro di chi cerca o offre collaborazioni (tra gli “articoli”), gli annunci di lavoro pubblicati nel web e riportati nella nostra “Bacheca di lavoro“.

Consulta il sito internet quando vuoi oppure iscriviti alla Newsletter per restare aggiornato.


Come pubblicare un annuncio di lavoro

Puoi pubblicare il tuo annuncio di lavoro inserendo su AssicuriamociBene.it a scelta con tre modalità:

Tipo di annuncioTempoTipologia
Articolo pubblicitarioper sempreArticolo pubblicitario + Bacheca Lavoro + Newsletter + Social network fanpage
Bannerdurata fissaBanner posizionati nella Home page o all’interno degli articoli informativi.

Perchè pubblicare un annuncio di lavoro come “articolo pubblicitario” su AssicuriamociBene.it

L’annuncio di lavoro sarà pubblicato su AssicuriamociBene.it come “articolo” è sarà visibile per sempre tra gli articoli con la categoria “Lavoro” e nella “Bacheca di lavoro“.

Verrà inviato insieme agli altri articoli pubblicitari o comunicati stampa attraverso la Newsletter (seguita da più di 1.300 utenti).

Infine l’articolo potrà esser linkato sui nostri social network:

complessivamente raggiungiamo un pubblico di oltre 15.000 persone e che, di fatto, rappresenta la più grande community del web del settore assicurativo.


Perchè pubblicare un annuncio di lavoro come “Banner pubblicitario” su AssicuriamociBene.it

Il Banner è un ottimo strumento per catturare l’attenzione del lettore!

AssicuriamociBene.it è un portale di informazione assicurativa con 130.000 visitatori e oltre 170.000 pagine lette all’anno.