Rc auto difficile per i meridionali

Se sei di origini meridionali potresti avere grosse difficoltà a stipulare un’assicurazione per la tua auto, anche se vivi al Nord. Questo è il preoccupante messaggio che arriva da Mirano, in provincia di Venezia, dove un 26enne di provenienza pugliese si è visto negare il diritto di stipulare la polizza Rc auto semplicemente perché originario del Sud Italia. La compagnia, Itas Assicurazioni, non ha voluto sentire ragioni: nonostante il giovane vivesse e lavorasse in Veneto da ormai due anni, l’assicurazione non si poteva stipulare a causa delle numerose “esperienze negative” avute con altri clienti meridionali. Stando al racconto del diretto interessato, che ha sporto denuncia presso le autorità, le politiche della compagnia impediscono di fare contratti con cittadini meridionali che risiedono in Veneto da meno di sette anni, a meno che appartengano alle forze dell’ordine. Una vicenda che sa di pura ed ingiustificata discriminazione e che non ha mancato di scatenare un caso mediatico in tutta Italia.

Leggi tuttoRc auto difficile per i meridionali

Novità sul Decreto Legge antifrode

Gli automobilisti italiani possono cominciare a sperare in un futuro meno dispendioso per le Rc Auto. La Commissione Finanze della Camera ha infatti adottato il primo testo base della legge contro le frodi alle assicurazioni, che prevede da subito diverse novità. Su tutte, quella dell’istituzione di una speciale agenzia antifrode, oltre ad altre importanti misure che consentiranno di rendere l’intero sistema più efficace e, guardando al portafoglio degli assicurati, meno caro.

Ma andiamo con ordine.  Come detto, la novità principale è l’istituzione di una struttura che verrà creata ex novo presso l’Isvap (Istituto di vigilanza delle assicurazioni) e di uno speciale gruppo di lavoro al quale prenderanno parte rappresentanti dei ministeri dello Sviluppo economico, dell’Economia, dell’Interno e della Giustizia, oltre ai vari corpi delle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza), e lo stesso Isvap.

Leggi tuttoNovità sul Decreto Legge antifrode

Il ruolo dei Broker assicurativi nel nostro Paese

In Italia ci sono due figure principali che si occupano della distribuzione assicurativa, due figure di diversa natura: gli agenti e i broker assicurativi. I due attori agiscono per mandatari diversi, i primi seguono il volere di una o più imprese assicurative (grazie al Decreto Bersani è stata abolita la clausola di distribuzione esclusiva per gli agenti) e cercano di promuovere i prodotti assicurativi in modo da perseguire gli interessi dell’impresa. I broker, invece,  operano su incarico dei clienti  e prendono accordi con le imprese assicurative, ma con un’attenzione particolare agli interessi assicurativi del cliente (in questo caso il mandante).

A controllare l’operato dei broker è l’Isvap, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo. Grazie alle molte informazioni che possiede sull’attività dei broker, l’Istituto ha condotto un’indagine

Leggi tuttoIl ruolo dei Broker assicurativi nel nostro Paese