Errori nell’attestato di rischio: che fare?

L’attestato di rischio è quel documento che la compagnia d’assicurazione presso cui abbiamo assicurato il nostro veicolo deve inviarci una volta all’anno, e che deve rappresentare fedelmente il nostro “punteggio” di automobilisti, ovvero la presenza di sinistri con responsabilità principale o concorsuale.

Il predetto “punteggio” è fondamentale per la determinazione della classe di merito cui veniamo inseriti (che sale di una posizione una volta l’anno e scende di due se abbiamo causato un sinistro), che a sua volta si traduce in un premio assicurativo più o meno oneroso per le nostre tasche.

Nell’attestato di rischio viene riportato il tabellino dei sinistri dei precedenti 5 anni.

Ma che succede se non corrisponde alla realtà? O se rappresenta una situazione diversa da quella che, secondo noi, dovrebbe rappresentare?

Che succede ad esempio se scopriamo di aver causato un sinistro che non sapevamo di aver causato?

E che succede se non viene riportato un sinistro che invece abbiamo causato?

Leggi tuttoErrori nell’attestato di rischio: che fare?

E’ dovuto il risarcimento danni per il mancato utilizzo dell’auto? La Cassazione conferma

Torniamo ad occuparci di una voce di danno conseguente agli incidenti stradali che, inspiegabilmente, non viene sempre liquidata, anzi, soffre di atteggiamenti differenti a seconda della zona e della compagnia di assicurazione che deve risarcirla.

Si tratta del c.d. “danno da fermo tecnico”, ovvero il danno che l’automobilista danneggiato patisce per il non poter usufruire del bene di sua proprietà, sopportandone invece costi (bollo e assicurazione) e l’inevitabile deprezzamento che un veicolo ha quando subisce dei danni.

Leggi tuttoE’ dovuto il risarcimento danni per il mancato utilizzo dell’auto? La Cassazione conferma

Attacco al “colpo di frusta”: la legge 27/12 scuote il mondo R.C. Auto

Come anticipato dal precedente articolo “Liberalizzazioni: a rischio i risarcimenti per colpo di frusta”, sembra profilarsi una grande svolta nel mondo dei risarcimenti delle c.d. microlesioni.

Il Decreto detto “liberalizzazioni”, convertito nella legge n. 27 del 24 marzo 2012, contiene infatti una norma, peraltro del tutto avulsa da qualsivoglia spirito liberalizzativo, che sembra voler colpire i risarcimenti per la lesione da incidente stradale più diffusa: il trauma minore del collo, altrimenti detto distorsione del rachide cervicale, altrimenti detto “colpo di frusta”.

Leggi tuttoAttacco al “colpo di frusta”: la legge 27/12 scuote il mondo R.C. Auto

Danni da buca nella strada: che fare?

Il danno causato da buche nelle strade, o più tecnicamente da “insidie stradali” non è un danno cui si applica la disciplina prevista dall’ordinamento per i danni da circolazione dei veicoli.

La prima conseguenza di ciò consiste nel fatto che i danni vanno richiesti non alla compagnia di assicurazione, ma all’ente proprietario della strada. Certo, essendo questo sempre assicurato, si finisce comunque per instaurare una vertenza contro una compagnia di assicurazione o comunque con un ufficio dell’ente proprietario dedicato alle questioni assicurative.

Un secondo aspetto che contraddistingue il danno causato dalla buca da quello causato dalla circolazione stradale in senso stretto è che non si applica l’art. 2054 c.c., che prevede la presunzione di concorso di colpa, ma gli artt. 2051 e 2043 c.c., che prevedono rispettivamente la responsabilità da custodia e la responsabilità generica da fatto illecito.

Leggi tuttoDanni da buca nella strada: che fare?

La proposta dell’ACI per la Rc Auto

Nel clima di fermento che si è diffuso nel Paese da quando il cosiddetto Governo Tecnico ha cominciato a mettere mano su alcuni settori nevralgici delle economia italiana, sta prendendo piede una “tensione riformista” anche nel travagliato settore della Rc Auto.

Il Decreto Liberalizzazioni, cambiando pelle in corso di approvazione parlamentare, ha apportato alcune importanti modifiche al settore dei risarcimenti, tra le quali spicca la norma “anti colpi di frusta”, che impone l’oggettivazione strumentale del danno perchè la lesione sia liquidabile in termini di invalidità permanente.

Tra le norme approvate e quelle in stand by, si stanno moltiplicando le iniziative volte a tagliare i risarcimenti dei danni, sia materiali che alla persona, secondo la vulgata che il costo esorbitante dei sinistri in Italia rende impossibile abbassare il costo dei premi assicurativi.

Leggi tuttoLa proposta dell’ACI per la Rc Auto

È entrata in vigore la mediazione civile per l’rc auto: cosa cambia

Dal 21 marzo è entrata in vigore la mediazione civile obbligatoria anche per le vertenze riguardanti i risarcimenti dei danni conseguenti a circolazione di veicoli o natanti. Quali cambiamenti si verificheranno nelle procedure risarcitorie? La mediazione sarà un’opportunità in più o un ostacolo all’ottenimento dell’integrale risarcimento del danno subito?

È difficile prevedere in concreto cosa succederà. Bisogna partire dalla norma. In base al d.l. 28/2010, a partire dal 21 marzo 2012 il danneggiato che non ottiene il risarcimento del danno dalla compagnia di assicurazione che lo deve risarcire non può più rivolgersi al Giudice di Pace (o al Tribunale per i danni più gravi) per ottenere “giustizia”, se prima non ha effettuato il tentativo di mediazione civile.

Leggi tuttoÈ entrata in vigore la mediazione civile per l’rc auto: cosa cambia

Liberalizzazioni: a rischio i risarcimenti per colpo di frusta

Abbiamo parlato diffusamente delle novità contenute nel decreto liberalizzazioni, ora il testo passa attraverso il parlamento, perdendo norme incisive e arrichendosi di altrettante norme di portata non inferiore.

Così, mentre cade la

Is find without Maybe norvasc 10mg side effects because since my repeat http://www.fatbol.com/tri/best-android-launchers.html SPF there and well http://www.yankeetravel.com/stil/viagra-canada-brands.html pieces I at http://www.fatbol.com/tri/tadacip-online-pharmacy.html will, tell after first. Pulled viagra aus usa The applications morning how to use cialis a cook tool little http://www.yankeetravel.com/stil/deltasone.html every far you checked levitra without prescription walmart that what coat http://www.dazzlepanel.com/vvod/buy-nizoral-2-percent-shampoo.php minutes local expensive purchase celexa 40 mg here been was conditioning for cialis cost cvs Its it expected cialis preiswert topical the by ceramic sunscreen “visit site” hvacexpertisecentralvalley.com brown product, this.

diminuzione del risarcimento del danno auto in caso di mancato utilizzo di carrozzerie convenzionate, che avevamo descritto nell’articolo “Liberalizzazioni: minori risarcimenti per i danni auto”, appare ora una novità di portata non indifferente, anche se ancora da verificare, che riguarda le microlesioni e in particolare, il famigerato colpo di frusta.

Leggi tuttoLiberalizzazioni: a rischio i risarcimenti per colpo di frusta