POLIZZE LONG TERM CARE, cosa sono e quali rischi coprono

Molti di voi sanno che esistono polizze che pagano le spese mediche ma per altrettanti l’ idea che esista una copertura che si impegni al pagamento delle spese domiciliari o al pagamento di una casa di riposo per persone non autosufficienti non è così familiare.

Il nostro intento nell’articolo che segue è spiegare come funziona una assicurazione Long Term Care ovvero cure a lungo termine.

Le assicurazioni Long Term Care si basano sul principio delle altre polizze di pagare un premio ridotto e certo a fronte del rischio (incerto) di dover affrontare una spesa molto maggiore. Questa tipologia di polizza è piuttosto nuova e ad oggi non tutte  le Compagnie in Italia offrono questo tipo di prodotto che in altri Paesi, in particolare Germania e Giappone, è largamente diffuso.

Leggi tuttoPOLIZZE LONG TERM CARE, cosa sono e quali rischi coprono

Nuove regole per le polizze on line

Internet è ormai uno dei  canali distributivi e di vendita utilizzati dalle compagnie assicurative che intendono offrire prodotti assicurativi on line  che  garantisce una presenza capillare su tutto il territorio aumentando il proprio volume di affari e abbattendo i costi relativi alla distribuzione.

Leggi tuttoNuove regole per le polizze on line

Stop alla retroattività delle polizze dormienti

Novità sulle polizze dormienti nel decreto incentivi varato lo scorso 19 Marzo.

Il provvedimento varato lo scorso venerdi dal Consiglio dei Minsitri, contiene, tra gli adempimenti comunitari, una disposizione relativa al fondo polizze dormienti, argomento trattato in un  nostro precedente articolo . Una disposizione, spiega in una nota il ministero dell’Economia, che elimina la retroattività della norma.

Leggi tuttoStop alla retroattività delle polizze dormienti

Come le Compagnie “costruiscono” le tariffe? Perchè aumentano?

Abbiamo più volte sottolineato come la normativa di settore assegni un ruolo centrale alla tutela degli assicurati; nell’ambito delle misure normative poste a garanzia degli assicurati si impone alle Compagnie di assicurazione il controllo costante del processo di tariffazione ai fini del mantenimento dell’equilibrio tecnico.

E’ facile ed immediato comprendere come il processo di costruzione della tariffa rappresenti una fase fondamentale per il successo di una Compagnia.

In termini molto sintetici e schematici il premio di tariffa è calcolato sulla base di tre elementi:

Premio puro + Caricamenti – Fattore finanziario.

Spiegamo brevemente cosa sono:

Leggi tuttoCome le Compagnie “costruiscono” le tariffe? Perchè aumentano?

Polizze dormienti: attenzione alla prescrizione

Le polizze dormienti rientrano in quella categoria di fondi mai movimentati, una sorta di contratti “fantasma” a cui per legge è stata apposta la scadenza di un anno dalla stipula nel caso in cui non venga rivendicato alcun incasso sul maturato.

Entro un anno, recita infatti il Codice civile, gli effetti dei contratti vanno in prescrizione.

I problemi per coloro i quali hanno diritto a polizze vita non riscattate cominciano con le modifiche di legge (n.166/2008) sul fondo dei rapporti dormienti che, se da un lato ha stabilito il raddoppio del tempo (da uno a due anni) per riscattare le somme detenute dalla Compagnie Assicurative, dall’altro ha previsto che scaduto il termine relativo alla prescrizione, gli indennizzi vadano al fondo dei rapporti dormienti e non più nelle “casse” delle Compagnie.

Tale circostanza impatta in modo notevole sui beneficiari i quali, decorsi due anni dal verificarsi dell’evento coperto dalla polizza e maturata di conseguenza la prescrizione, non hanno più alcun diritto di ottenere la prestazione e di incassare alcuna somma maturata.

Leggi tuttoPolizze dormienti: attenzione alla prescrizione

RC casa obbligatoria come panacea di tutti i mali?

A seguito della tragedia che ha colpito l’ abruzzo si sono drammaticamente allargati i temi e le discussioni sulla necessità di  assicurare i rischi legati a disastri naturali in un Paese come il nostro fortemente esposto ai danneggiamenti provocati dalle calamità. Tale dato è confermato da una ricerca condotta dal Ministero dell’Ambiente e dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dalla quale risulta che il 45,3% dei Comuni italiani è posizionato in zone soggette a disastri naturali, provocati da fenomeni meteorologici, come alluvioni, smottamenti, siccità e valanghe; mentre il 61,2 % dei Comuni italiani ha subito danni provocati dai terremoti negli ultimi 1000 anni.

Leggi tuttoRC casa obbligatoria come panacea di tutti i mali?

Bel Paese: l’importanza della diffusione di una cultura assicurativa

italia

 Il settore assicurativo, per le sue caratteristiche intrinseche, presenta una spiccata dimensione sociale.    In effetti l’ assicurazione svolge la funzione di ammortizzatore sociale fornendo una risposta ai bisogni di sicurezza attraverso la sua attività caratteristica di gestione e copertura dei rischi.

Tale profilo sociale non trova tuttavia riscontro nella percezione del settore assicurativo da parte della collettività: emerge un problema di scollamento tra la dimensione sociale connaturata al servizio assicurativo e l’immagine dell’assicurazione.

In Italia la percezione della polizza assicurativa come “tassa da pagare” risulta particolarmente evidente se si procede ad un confronto con gli altri Paesi europei e si escludono le polizze auto.
Considerando solo le polizze rami elementari è evidente come allo stato attuale l’Italia sia un Paese sottoassicurato: gli italiani tendono ad acquistare l’assicurazione, e in particolare quella danni, principalmente come conseguenza dell’esistenza di un obbligo (es. Rc auto).
Gli altri rischi restano a carico dei singoli individui i quali ricorrono alla cosiddetta “autoassicurazione”.

Leggi tuttoBel Paese: l’importanza della diffusione di una cultura assicurativa

Polizze vita: quali rischi sulla vita possono essere “coperti”

Con questo articolo apriamo una nuova rubrica del nostro blog dedicata alle varie tipologie di prodotti assicurativi relative al ramo vita, al ramo danni – auto e ramo danni non – auto.
In questo articolo  e nei prossimi legati a questa rubrica mi propongo di fornire un quadro, per quanto possibile completo, di tipologie di polizze vita, quando e per chi può essere utile coprire un rischio, quali individui e in quali tempistiche si beneficia delle garanzie previste dal contratto assicurativo.

Leggi tuttoPolizze vita: quali rischi sulla vita possono essere “coperti”

“In pillole”

Le leggi sulla Responsabilità civile auto cambiano continuamente, creando spesso una serie di dubbi negli automobilisti.
Facciamo chiarezza su alcuni punti fondamentali, mostriamo “in pillole” un decalogo su alcuni comportamenti da tenere in merito a delle eventuali situazione che possono verificarsi.

E’ pur vero che non si può pretendere una staticità assoluta sulla normativa rca, non si possono avere delle regole immutabili come se fossero scolpite in un marmo, ma adesso si sta eccedendo.
Questa è la lamentela che molti automobilisti muovono ai Governi che si susseguono e che introducono di continuo nuove regole studiate per far risparmiare i cittadini; impegno encomiabile da parte dei Governi ma ciò modifica le “consuete” procedure e regole.

Leggi tutto“In pillole”

Preventivatore unico R.C.A.

 Il nuovo sistema online istituito dall’ISVAP per confrontare le offerte di tutte le compagnie

Dal nome sembra una sorta di mago o un’austera figura del medioevo  ma grazie a lui sarà più semplice e chiaro per i cittadini confrontare, con un’unica sessione di collegamento ad internet, i preventivi Rc auto di circa 70 compagnie classificati in ordine di convenienza economica.

Esso sarà sicuramente utile per una prima verifica delle offerte presenti sul mercato, in un secondo momento il consumatore potrà comunque rivolgersi direttamente alla compagnia per approfondire e definire le condizioni contrattuali scelte. Ciò consentirà agli utenti di scegliersi la compagnia più vicina  alle proprie esigenze e di avere una più immediata conoscenza del mercato.

Rispetto ai servizi online comunemente presenti in internet, il preventivatore unico dell’Isvap  si distinguerà per la sua ampia gamma di formule e compagnie presenti nel suo database.
Al consumatore spetterà solamente compilare una sorta di questionario in base ai suoi requisiti ed esigenze assicurative; chiaramente più il questionario sarà completo e maggiore sarà la precisione della formula trovata.

I premi calcolati dal preventivatore saranno basati sulle tariffe praticate dalle compagnie, senza riferimenti quindi a sconti, convenzioni, altre formule tariffarie diverse dalla formula più diffusa, il bonus-malus od opzioni e il massimale indicato sarà quello minimo per legge ( 775 mila euro circa).

Leggi tuttoPreventivatore unico R.C.A.