POLIZZE VITA, Le Forme Pensionistiche Individuali (F.I.P.)

Le forme pensionistiche complementari di tipo individuale possono essere attuate, oltre che attraverso l’adesione a fondi pensione aperti, anche mediante polizze di assicurazione sulla vita (F.I.P.). Per la realizzazione dei piani pensionistici individuali è possibile sottoscrivere un contratto di assicurazione sulla vita con prestazioni rivalutabili collegate a gestioni interne e/o con contratti di assicurazione di tipo unit linked.

La normativa prevede per tali contratti particolari agevolazioni fiscali e stabilisce i requisiti per conseguire le prestazioni contrattuali e la tipologia delle stesse.

Prestazione pensionistica e requisiti per ottenerla:

la prestazione pensionistica è una rendita o, nei casi e con i limiti previsti dalla legge, un capitale, al raggiungimento dei requisiti previsti per l’accesso alla pensione di anzianità o vecchiaia.

Leggi tuttoPOLIZZE VITA, Le Forme Pensionistiche Individuali (F.I.P.)

Rapporto annuale INPS: più della metà dei pensionati percepisce meno di 1.000 euro al mese

Mercoledì 25 maggio 2011 è stato presentato presso la Camera dei Deputati, il Rapporto Annuale 2010 dell’Inps.

Si tratta di un appuntamento, divenuto ormai abituale, che illustra al Paese la situazione dell’Istituto alla luce del profondo processo di riorganizzazione che lo ha investito negli ultimi anni e del ruolo sempre più importante che ricopre nel complesso sistema del welfare italiano.

Il dato sicuramente più interessante è la distribuzione dei pensionati INPS secondo la classe di importo medio mensile lordo dei relativi redditi pensionistici.

Leggi tuttoRapporto annuale INPS: più della metà dei pensionati percepisce meno di 1.000 euro al mese

Calcola la tua pensione con pochi click

Vi segnaliamo di seguito un sito dove è possibile calcolare on-line e in pochi click la propria pensione:

link su AFFARI&FINANZA – I TUOI CALCOLATORI

Il programma di calcolo dà anche un’idea del “Gap previdenziale” cioè il divario fra la pensione che verrà percepita al termine dell’attività lavorativa e l’ultimo stipendio. Un divario da colmare con soluzioni di previdenza complementare adeguate a mantenere, anche negli anni della pensione, un soddisfacente tenore di vita.

Leggi tuttoCalcola la tua pensione con pochi click

A chi affidare i propri risparmi per la pensione?

L’ormai sempre più diffusa precarizzazione del lavoro in Italia (o flessibilità che dir si voglia) crea soprattutto per i giovani ben noti problemi come occupazioni sottopagate, mancanza di certezze, difficoltà nell’andar via da casa dei propri genitori, impossibilità a contrarre un mutuo (se non si ha un lavoro stabile è difficile ottenere dei prestiti, per quanto siano state create nuove forme di finanziamento come prestiti inpdap e altre soluzioni, ma solo per lavoratori con un minimo di stabilità). ecc.

Ma aldilà dei problemi attuali c’è un problema futuro ben più preoccupante che occorre considerare: i giovani in futuro saranno senza pensione (per via della bassa contribuzione previdenziale dovuta alla precarietà del loro lavoro).

In tal senso il ruolo della previdenza complementare, degli intermediari assicurativi e dei promotori finanziari che la propongono diventare fondamentale per queste persone.

Leggi tuttoA chi affidare i propri risparmi per la pensione?

Tassazione dei rendimenti della previdenza complementare

Dal sito della commissione di vigilanza dei fondi pensione (COVIP) è possibile monitorare i rendimenti dei fondi pensione, ovvero i rendimenti dei fondi pensione negoziali (pdf), dei fondi pensione aperti (pdf) e dei piani individuali pensionistici (pdf) attuati mediante contratti di assicurazione sulla vita (PIP).

I rendimenti della previdenza integrativa sono tassati con aliquota dell’11%, inferiore quindi al 12,50% prevista per le altre rendite finanziarie.

Su orizzonti temporali prolungati il vantaggio del risparmio di imposta non è di poco conto!

Leggi tuttoTassazione dei rendimenti della previdenza complementare

Meglio i fondi pensione o le polizze unit linked?

In Italia oltre alla pensione tradizionale c’è la possibilità di contrarre pensioni facoltative, dette fondi pensione. Visto la crescente difficoltà di pagare le pensioni da parte dello Stato è conveniente da parte di chiunque di aprirsi una pensione alternativa.

Attualmente in Italia il sistema pensionistico è suddiviso in tre pilastri:

1.    primo pilastro pubblico – obbligatorio

2.    secondo pilastro privato – volontario collettivo

3.    terzo pilastro privato – volontario individuale

Leggi tuttoMeglio i fondi pensione o le polizze unit linked?

Il capitale accumulato dalla previdenza complementare, ti farà ottenere il 100% dell’ultimo reddito?

L’ultima fase della previdenza complementare è quella la prestazione. Questa fase consiste nella restituzione di quanto accumulato negli anni, ovvero la somma dei contributi versati durante la fase di accumulazione e dei rendimenti ottenuti dalla gestione del fondo, sotto forma di prestazione pensionistica. Le prestazioni pensionistiche possono essere cosi percepite:

Leggi tuttoIl capitale accumulato dalla previdenza complementare, ti farà ottenere il 100% dell’ultimo reddito?

Previdenza complementare: buoni i rendimenti ma scarsa l’adesione, perchè?

tabella 1

Dati alla mano la Previdenza Complementare non decolla. Quest’affermazione è condivisa sia dall’Ania in un’audizione del 25 febbraio 2010 del dott. Fabio Cerchiai e sia dall’organismo di vigilanza dei fondi pensione (Covip) in cui si è già lamentata più volte.

Leggi tuttoPrevidenza complementare: buoni i rendimenti ma scarsa l’adesione, perchè?

Gli investimenti dei fondi di previdenza complementare

Continiamo a parlare di previdenza complementare, dopo avere spiegato nei precedenti articoli le fasi di adesione e di contribuzione, spiegando brevemente, la terza fase ovvero l’accumulazione.

I contributi che vengono versati nel fondo vengono investiti tramite una gestione finanziaria. Questa è una fase molto importante in quanto i rendimenti della gestione influiscono nel montante finale ovvero nel valore del capitale che si accumulerà al momento della pensione. Quest’ultima quindi dipenderà dall’entità dei contributi versati e dai rendimenti ottenuti negli anni.

Esistono diversi tipi di gestione finanziaria, che tengono conto dei differenti profili rischio/rendimento, tra i più comuni vi sono:

Leggi tuttoGli investimenti dei fondi di previdenza complementare

La contribuzione nella previdenza complementare, riempiamo il salvadanaio per la nostra pensione.

Continiamo ad occuparci della previdenza complementare, dopo aver scritto diversi articoli, tra cui l’adesione alla previdenza complementare, per spiegare questo argomento e brevemente capirne tutte le regole.

Dopo aver spiegato la prima fase (l’adesione) nel precedente articolo passiamo alla seconda fase.

La seconda fase è la Contribuzione, pensiamo ad un salvadanaio (molto grande) in cui andiamo versando i nostri soldi per accumulare un capitale e che apriremo il giorno che andremo in pensione.

I contributi che vengono erogati nel fondo (il nostro salvadanaio) variano secondo il soggetto che partecipa alla previdenza complementare.

Leggi tuttoLa contribuzione nella previdenza complementare, riempiamo il salvadanaio per la nostra pensione.