Premio

Prezzo che il contraente paga per acquistare la garanzia offerta dalla compagnia. Il pagamento del premio costituisce, di regola, condizione di efficacia della garanzia stessa. Nell’assicurazione r.c. auto il premio è stabilito dalle compagnie in funzione dei dati del contraente, del veicolo e di ogni altro elemento di personalizzazione tariffaria.

Si distinguono in base al tipo di pagamento e la periodicità:

  • Premi periodici: importi corrisposti dal contraente all’impresa ad intervalli di tempo e per una durata prefissati. Possono essere di ammontare costante o crescente in base alle condizioni contrattuali (premio annuo) oppure di ammontare variabile a discrezione del contraente entro i limiti indicati nel contratto (premio ricorrente).
  • Premi unici: importi corrisposti dal contraente all’impresa in un’unica soluzione, all’inizio del contratto, per l’intero periodo di validità della polizza.
  • Premio frazionato: parte del premio lordo suddiviso in rate da versare alle scadenze convenute nel contratto. E’ una formula che agevola il contrante nel pagamento del premio ma che prevede l’applicazione di maggiorazioni (c.d. diritti di frazionamento) da parte della compagnia di assicurazione.
  • Sovrappremio: è una maggiorazione di premio che la compagnia chiede al contraente che voglia inserire tra le garanzie già previste dal contratto, in base alle quali è stata determinata l’entità del premio, la copertura di ulteriori rischi. Tale maggiorazione è, in genere, richiesta dalla compagnia anche quando l’assicurato superi i normali livelli di rischio, in relazione alle proprie condizioni di salute (si parla in quel caso di sovrappremio sanitario) o in relazione alle attività professionali o sportive che svolge (si parla allora di sovrappremio professionale o sportivo).

Si distinguono in base alle componenti:

  • Premio puro: parte del premio calcolata dall’impresa sulla base della valutazione del rischio che intende assumere.
  • Premio di tariffa: somma del premio puro e dei caricamenti.
  • Premio lordo: importo che il contraente deve versare all’impresa, ottenuto aggiungendo al premio di tariffa le imposte. Nella r.c. auto comprende anche il contributo al Servizio Sanitario Nazionale.

 

Lascia un commento