Esponeva falso tagliando di assicurazione, denunciato dalla Polizia Municipale

Oltre 3 milioni di autovetture circolano senza copertura assicurativa, ma quanto è successo a Palermo ha dell’incredibile. Grazie all’intervento della polizia municipale di Palermo è stata scoperta un’ autovettura con certificato e contrassegno falso.

Il palermitano 37-enne esponeva sul parabrezza dell’auto un contrassegno di assicurazione falso prodotto da lui stesso al computer, per questo motivo è stato denunciato all’autorità giudiziaria. 

Leggi tuttoEsponeva falso tagliando di assicurazione, denunciato dalla Polizia Municipale

Frodi Assicurative: un problema che riguarda tutti.

I sinistri falsi e fraudolenti comportano alle compagnie un esborso economico che negli anni successivi ricade su tutti, compresi gli assicurati onesti.

Da un recente studio è emerso che l’Italia è uno dei paesi al Mondo con i più alti costi per l’assicurazione auto, in particolare per la responsabilità civile obbligatoria. Parte della colpa di questo ennesimo triste primato è da attribuire alle frodi assicurative, tema di grande attualità e che gli organi competenti stanno cercando in tutti i modi di combattere, a tal punto che è al vaglio della Commissione Finanze della Camera un Disegno di Legge che prevede una maggior trasparenza e comunicazione da parte delle compagnie assicurative che sono tenute a fornire le informazioni sulle frodi assicurative, ma soprattutto a denunciare i sinistri ritenuti sospetti.

Leggi tuttoFrodi Assicurative: un problema che riguarda tutti.

Nuovo Strumento Antifrode

In data 23/01/2013 è stato pubblicato un comunicato stampa nel quale si informa la nascita a cura della società Gamma Informazioni di una raccolta mensile di articoli apparsi sul web in cui vengono riportate tutte le notizie relative alle frodi assicurative, con indicazione delle fonti giornalistiche, delle aree in cui si sono verificate, delle organizzazioni che le hanno attuate e delle società danneggiate.

Leggi tuttoNuovo Strumento Antifrode

Emanato il regolamento Isvap per le misure antifrode: verremo tutti “schedati”?

Un altro significativo passo è stato fatto verso l’entrata in funzione delle misure antifrode in materia di Rc Auto che da alcuni anni sono state oggetto numerosi interventi normativi.

L’ISVAP ha infatti emanato il regolamento necessario all’entrata in vigore dell’art. 148 co. 2Bis, del Codice delle Assicurazioni Private, introdotto con la L. 27 del 24 marzo 2012, che dà facoltà alle compagnie di non formulare nei termini l’offerta, obbligatoria ai sensi dello stesso art. 148, perchè sussistono “parametri di significatività” che destano il sospetto di frode.

In pratica la norma prevista dall’art. 148 co 2bis, C.A.P., consente all’assicurazione di non pagare, fintanto che non sono stati effettuati opportuni controlli. Se emergono indizi, bisogna controllare, e per controllare si sospendono i termini.

L’Isvap doveva regolamentare uno scambio di dati con le compagnie che intendono avvalersi della facoltà descritta, affinchè non vi siano abusi a fini dilatori e affinchè siano rispettati i diritti degli assicurati. E lo ha fatto con il Prot. n. 21-12-000503 del 14 settembre 2012.

Leggi tuttoEmanato il regolamento Isvap per le misure antifrode: verremo tutti “schedati”?

Novità sul Decreto Legge antifrode

Gli automobilisti italiani possono cominciare a sperare in un futuro meno dispendioso per le Rc Auto. La Commissione Finanze della Camera ha infatti adottato il primo testo base della legge contro le frodi alle assicurazioni, che prevede da subito diverse novità. Su tutte, quella dell’istituzione di una speciale agenzia antifrode, oltre ad altre importanti misure che consentiranno di rendere l’intero sistema più efficace e, guardando al portafoglio degli assicurati, meno caro.

Ma andiamo con ordine.  Come detto, la novità principale è l’istituzione di una struttura che verrà creata ex novo presso l’Isvap (Istituto di vigilanza delle assicurazioni) e di uno speciale gruppo di lavoro al quale prenderanno parte rappresentanti dei ministeri dello Sviluppo economico, dell’Economia, dell’Interno e della Giustizia, oltre ai vari corpi delle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza), e lo stesso Isvap.

Leggi tuttoNovità sul Decreto Legge antifrode