Responsabilità nel sinistro e malus

Ho causato o sono stato coinvolto in un sinistro r.c.a., e mi hanno attribuito un concorso di colpa, scatta il malus? La normativa a riguarda non lascia dubbi. Nel caso di responsabilità principale del sinistro, cioè nel sinistro ho “torto” (responsabilità >= 51%), scatta il malus ovvero la classe di merito CU sale di due … Leggi tuttoResponsabilità nel sinistro e malus

Attestato di rischio: 5 anni per mantenere la stessa classe di merito

attestato2Può capitare che, per esigenze legate all’impossibilità di condurre un veicolo, o ad altre scelte personali, si rimanga privi di copertura assicurativa. Ebbene, il periodo di “vacanza” assicurativa non incide immediatamente sulla propria ultima classe di merito, che verrà “mantenuta” nella memoria del sistema assicurativo fino al ripristino della necessaria copertura assicurativa per il veicolo a motore che si intende condurre.

Leggi tuttoAttestato di rischio: 5 anni per mantenere la stessa classe di merito

Come intestare il veicolo e la polizza, sfruttando la classe di merito di un convivente

bersani01gQuesito posto dal lettore del Blog al servizio gratuito “L’esperto risponde“:

Buongiorno, devo comprare un nuovo veicolo e vorrei intestare a me sia il veicolo sia la polizza. Mio padre e mia madre sono proprietari ciascuno di un veicolo. Non avrei problemi ad ereditare la classe di mia madre (CU6) ma vorrei ereditare quella di mio padre (CU1). Il problema è che l’auto di cui è proprietario mio padre è quella che daremmo dentro al concessionario per prendere quella nuova. E’ possibile ereditare quella classe visto che molto spesso ho sentito dire che la polizza da cui si eredita la classe deve essere attiva? 

Leggi tuttoCome intestare il veicolo e la polizza, sfruttando la classe di merito di un convivente

Errori nell’attestato di rischio: che fare?

L’attestato di rischio è quel documento che la compagnia d’assicurazione presso cui abbiamo assicurato il nostro veicolo deve inviarci una volta all’anno, e che deve rappresentare fedelmente il nostro “punteggio” di automobilisti, ovvero la presenza di sinistri con responsabilità principale o concorsuale.

Il predetto “punteggio” è fondamentale per la determinazione della classe di merito cui veniamo inseriti (che sale di una posizione una volta l’anno e scende di due se abbiamo causato un sinistro), che a sua volta si traduce in un premio assicurativo più o meno oneroso per le nostre tasche.

Nell’attestato di rischio viene riportato il tabellino dei sinistri dei precedenti 5 anni.

Ma che succede se non corrisponde alla realtà? O se rappresenta una situazione diversa da quella che, secondo noi, dovrebbe rappresentare?

Che succede ad esempio se scopriamo di aver causato un sinistro che non sapevamo di aver causato?

E che succede se non viene riportato un sinistro che invece abbiamo causato?

Leggi tuttoErrori nell’attestato di rischio: che fare?