La trasparenza contrattuale nel ramo cauzioni e nei grandi rischi

A fronte dei mutamenti normativi avvenuti nell’ultimo biennio, in particolare con le ultime novità introdotte da Banca d’Italia, il business delle fideiussioni sembra spostarsi verso il settore assicurativo.

Ci siamo imbattuti in un quesito, posto da diversi operatori del mercato, inerente il ramo cauzione, in particolare quando una polizza cauzione rientra tra i “grandi rischi”, e quali siano gli obblighi di trasparenza pre-contrattuale.

Leggi tuttoLa trasparenza contrattuale nel ramo cauzioni e nei grandi rischi

Relazione annuale Confindustria: i nodi dell’economia italiana

L’intervento del Presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, all’assemblea annuale degli industriali del 23 maggio, ha analizzato lo stato di salute dell’economia italiana.

Squinzi ha messo in evidenza come gli interventi a livello europeo abbiano aggravato la recessione, e la necessita’ di rivedere la rigidita’ di politiche eccessivamente basate sul rigore.

Sul fronte interno, ha ricordato i 40 miliardi di euro che la Pubblica Amministrazione deve alle imprese ed ha auspicato interventi urgenti in questa direzione.

Leggi tuttoRelazione annuale Confindustria: i nodi dell’economia italiana

Ma la polizza abbinata ad un finanziamento è obbligatoria ai sensi del “Codice dello sportellista bancario”?

Ironicamente abbiamo coniato il ” Codice delle sportellista bancario“, il quale non vuol esser assolutamente un “offesa” per gli operatori delle filiali bancarie, i quali svolgono quotidianamente in modo egregio il loro mestiere, rispettando le circolari interne bancarie ed i budget di vendita fissati dalla Direzione bancaria.

Ma siamo sicuri che quanto viene proposto (“imposto”) in una filiale bancaria o presso un punto vendita di una società di credito al consumo sia legale o quantomeno in linea con la normativa primaria e secondaria?

Leggi tuttoMa la polizza abbinata ad un finanziamento è obbligatoria ai sensi del “Codice dello sportellista bancario”?

Nuovo Regolamento Isvap sulle polizze vita connesse ai mutui e finanziamenti

COMUNICATO STAMPA DEL 3 MAGGIO 2012

L’ISVAP ha emanato il Regolamento attuativo del decreto liberalizzazioni che disciplina i contenuti minimi del contratto di assicurazione sulla vita connesso all’erogazione di un mutuo immobiliare o di un credito al consumo.

Leggi tuttoNuovo Regolamento Isvap sulle polizze vita connesse ai mutui e finanziamenti

Regolamento sulle polizze vita connesse ai mutui e finanziamenti

L’ISVAP ha pubblicato sul sito internet (www.isvap.it) in pubblica consultazione lo schema di Regolamento sulle polizze vita connesse ai mutui e finanziamenti volto a regolamentare i contenuti minimi del contratto di assicurazione sulla vita connesso all’ erogazione di un mutuo o di un credito al consumo.

Con il Regolamento si darà attuazione alle novità introdotte con l’art. 28 comma 2 del decreto legge 24 gennaio 2012 n. 1, convertito in legge 24 marzo 2012, n. 27.

Riportiamo l’articolo del Regolamento che disciplinerà il nuovo contratto di polizza vita connesso a mutui o finanziamenti

Leggi tuttoRegolamento sulle polizze vita connesse ai mutui e finanziamenti

Nuovo obbligo: due preventivi sulla polizza vita per ottenere il mutuo

Dopo il Decreto “salva Italia” un’altra novità nella Bancassurance dal Decreto “liberalizzazioni“, aumentano i paletti nella pista, ma resta sempre in discesa per le banche.

Insomma chi vuol il mutuo deve sempre comprare la polizza vita, quest’obbligo cambia vestito ma c’è sempre!

Da gennaio 2012 le banche che, in occasione dell’erogazione di un mutuo, richiedono anche di acquistare una polizza sulla vita e quindi “condizionano” l’acquisto della medesima, dovranno almeno proporre al cliente due preventivi di due compagnie assicurative.

Leggi tuttoNuovo obbligo: due preventivi sulla polizza vita per ottenere il mutuo

Polizze legate ai mutui

L’ISVAP ha emanato la nuova disciplina delle polizze legate ai mutui. La norma regolamentare che viene introdotta con il Provvedimento 2946 stabilisce che gli intermediari assicurativi, ivi incluse le banche e altri  intermediari finanziari, non possono ricoprire simultaneamente il ruolo di distributori di polizze e di beneficiari  (o vincolatari) delle stesse. Si è posto fine in tal modo a un conflitto d’interesse penalizzante per i consumatori.