Aumenti R.C.Auto a Palermo dal 1°aprile 2012

La tradizione del pesce d’aprile, seguita in diversi paesi del mondo, consiste in uno scherzo da mettere in atto il 1º aprile. Lo scherzo può essere anche molto sofisticato e ha lo scopo di creare imbarazzo nelle vittime, in altri casi è solo un sistema per divertirsi fra amici.

Questa volta, purtroppo, non si tratterà di un piacevole scherzo, ma di un aumento del 3,5% della Polizza R.C.A. nel capoluogo della Trinacria, detta anche la “conca d’oro”!

La giunta provinciale di  Palermo ha deliberato nel mese di dicembre 2011 l’ aumento dell’imposta R.C. Auto, delibera n. 313 pubblicata sul sito del MEF a febbraio 2012, la quale prevede che a partire dal 1° aprile 2012 l’imposta sull’ R.C.A. varierà dal 12,5% al 16%.

Leggi tuttoAumenti R.C.Auto a Palermo dal 1°aprile 2012

Aumenti R.C.Auto dal 1° febbraio 2012

Altre 7 provincie italiane di Regioni a statuto ordinario, a partire dal 1° febbraio 2012, hanno deliberato un aumento dell’imposta R.C. Auto, portando l’imposta dal 12,5% al 16%.

Si tratta delle provincie di Ascoli Piceno, Bergamo, Campobasso, Lucca, Modena, Catanzaro e Salerno, che hanno deliberato lo scorso anno l’aumento dell’aliquota fiscale. Le ultime due provincie citate avevano peraltro già effettuato degli aumenti e precisamente Catanzaro dal 1° agosto 2011 portando l’aliquota al 15%, e Salerno dal 1° settembre 2011 portando l’aliquota al 15,5%.

Leggi tuttoAumenti R.C.Auto dal 1° febbraio 2012

RC Auto e Federalismo Fiscale

E’ entrato in vigore il Decreto Legislativo N. 68/2011, Art. 17 – Federalismo Fiscale che ha consentito alle Province di aumentare o diminuire le aliquote d’imposta sulla garanzia RC Auto, ad esclusione dei ciclomotori e dei natanti, in misura non superiore a 3,5 punti percentuale.

Le modifiche apportate, hanno effetto su tutti i titoli incassati a partire dal 1° agosto (compreso) indipendentemente dalla scadenza del titolo stesso; la modifica dell’aliquota infatti non è legata alla scadenza del titolo, ma varia in base al giorno in cui il titolo è incassato.

Leggi tuttoRC Auto e Federalismo Fiscale

Primi effetti negativi del federalismo fiscale sull’RC Auto

Pronti via con il federalismo fiscale, primo passo aumentano le imposte.

In base all’art. 17, comma 2, D.Lgs. 6 maggio 2011, n. 68, l’imposta sull’R.C. Auto (esclusi i ciclomotori) è diventata un tributo provinciale a tutti gli effetti.

A decorrere dall’anno 2011, le province possono aumentare o diminuire l’aliquota base dell’imposta RCA, pari al 12,5 per cento, in misura non superiore a 3,5 punti percentuali. Lo stesso comma prevede che le variazioni delle aliquote avranno effetto dal primo giorno del secondo mese successivo a quello di pubblicazione della delibera di variazione sul sito informatico del Ministero dell’economia e delle finanze, www.finanze.gov.it

Leggi tuttoPrimi effetti negativi del federalismo fiscale sull’RC Auto