Conciliazione Paritetica Rc Auto: l’IVASS spinge

E’ del 21 maggio scorso un comunicato dell’IVASS che promuove e incoraggia il nuovo patto tra ANIA e Associazioni dei Consumatori per la “conciliazione paritetica”, un sistema di risoluzione alternativa delle controversie volto a deflazionare il contenzioso, per i risarcimenti dei sinistri Rc Auto entro i 15.000 euro.

In parole povere, anche l’IVASS spinge per buttare fuori gli avvocati “attivisti” contro le assicurazioni dal settore, incoraggiando questo sistema che vedrebbe contrapposte le Associazioni dei Consumatori e le imprese di assicurazione.

L’IVASS scrive della conciliazione paritetica: “tale strumento alternativo alla risoluzione delle controversie è in grado di offrire un contributo alla deflazione del contenzioso giudiziario, consentendo ai consumatori la possibilità di risolvere in maniera più rapida ed economica le controversie e alle imprese di contenere i costi del contenzioso, con ricadute positive, a livello di sistema, sui costi dei risarcimenti e sui livelli delle tariffe R.C Auto.”

Leggi tuttoConciliazione Paritetica Rc Auto: l’IVASS spinge

Risarcimento diretto e procedura ordinaria: principali differenze

La guida rc autoIl sistema di risarcimento diretto, introdotto con il codice delle assicurazioni e attuato con apposito decreto (D.P.R. 254/06), ha profondamente cambiato la disciplina del risarcimento del danno derivante dalla circolazione dei veicoli.

La principale differenza rispetto al passato è ormai nota e consiste nel fatto che il danneggiato non deve più richiedere il risarcimento al responsabile e/o alla sua compagnia di assicurazione, ma deve richiederlo alla propria compagnia, che in virtù di una convenzione con la altre imprese assicuratrici “gestisce” la procedura risarcitoria quale mandataria della compagnia del responsabile.

Leggi tuttoRisarcimento diretto e procedura ordinaria: principali differenze

Risarcimento diretto – FAQ

Cari lettori, dal 1 febbraio 2007 è cambiato radicalmente il meccanismo del risarcimento, da tale data in caso di incidente potete rivolgervi direttamente alla vostra compagnia assicurativa, per ottenere il risarcimento dei danni subiti. Questa nuova procedura rivoluzione il mondo della RCA in quanto oltre al prezzo di una polizza, c.d. premio, unico parametro di valutazione sino ad oggi nel confronto delle polizze rca, da questo momento entrano in gioco altre variabili di giudizio quali il servizio di gestione del sinistro, la velocità di liquidazione del danno, etc.

Come già detto dal 1° febbraio 2007 con il meccanismo del risarcimento diretto, se hai subìto danni (alle cose o alla persona) da un incidente con un altro veicolo, se non sei responsabile dell’incidente o se lo sei solo in parte devi rivolgerti direttamente alla tua compagnia assicurativa per essere risarcito del danno.

questo è il primo articolo, vi aggiornerò con altri articoli sello stesso tema… 

Vi riporto una FAQ che avevo scritto sul sito www.sicurauto.it

FAQ risarcimento diretto

Cosa è?
Se il danneggiato si ritiene non responsabile, anche solo in parte, deve rivolgersi alla propria compagnia di assicurazioni per il sinistro avvenuto tra due veicoli a motore, con targhe italiane e regolarmente assicurati per l’RCA con compagnie che hanno aderito alla convenzione.
Per le imprese aderenti si veda: http://www.ania.it/customer_care/conc_rcauto/index.asp , in ogni caso tutte le imprese italiane (ovvero le imprese che hanno sede legale in Italia) sono obbligate ad aderire.

Da quando?
A partire dal 1° febbraio 2007, per i sinistri accaduti dopo tale data.

Qual è la novità?
La nuova procedura prevede che il danneggiato deve rivolgersi alla propria compagnia per il risarcimento anche se il modulo CAI (Constatazione Amichevole d’Incidente) non è firmato da entrambe le parti coinvolte.

Leggi tuttoRisarcimento diretto – FAQ