Il colpo di frusta si vede anche senza lastre: la Medicina Legale italiana contro la L. 27/2012

Dopo l’intervento della Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, di cui abbiamo parlato in un recente articolo (La FNOMCeO sulle “norme anti colpo di frusta”: il medico legale decida in autonomia), ora tutte le maggiori associazioni e i sindacati di medicina legale prendono vigorosamente posizione sulla questione del risarcimento del colpo di frusta e delle lesioni lievi in genere.

Leggi tuttoIl colpo di frusta si vede anche senza lastre: la Medicina Legale italiana contro la L. 27/2012

Subire un colpo di frusta nel 2012: cosa è cambiato, cosa fare

In attesa che le norme contenute nei commi ter e quater dell’art. 32, L.27/2012, che riducono la risarcibilità del colpo di frusta (e di tutte le lesioni micropermanenti) ai casi in cui vi sia “riscontro clinico-strumentale”, trovino una interpretazione condivisa, Vi è da chiedersi cosa debba fare il povero automobilista tamponato per non rimanere “con la beffa, dopo il danno”.

Leggi tuttoSubire un colpo di frusta nel 2012: cosa è cambiato, cosa fare

La FNOMCeO sulle norme “anti colpo di frusta”: il medico legale decida in autonomia

Una importante presa di posizione arricchisce il dibattito sulle nuove norme introdotte con la L. 27/2012 sulle lesioni lievi (la sintesi nel nostro articolo “Attacco al “colpo di frusta”: la legge 27/12 scuote il mondo R.C. Auto“). Si tratta di un parere reso dal Presidente della Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO), Dr. Amedeo Bianco, in risposta a un preciso quesito inviato dal Dr. Raffaele Zinno, Presidente del Sindacato Italiano Specialisti in Medicina Legale e delle Assicurazioni (SISMLA).

Il Presidente SISMLA, con una sua dettagliata nota ha chiesto un intervento del Dr. Bianco che richiamasse i medici legali ai principi deontologici e scientifici della materia, denunciando le indebite pressioni delle Compagnie Assicurative che hanno inviato lettere di indirizzo ai propri fiduciari, chiedendo loro di interpretare le nuove norme in modo da escludere l’esistenza di menomazioni quando manchi il riscontro strumentale (es. lastre).

Leggi tuttoLa FNOMCeO sulle norme “anti colpo di frusta”: il medico legale decida in autonomia

Donna incinta tamponata? Niente risarcimento

Vorrei poter dire che il titolo è un’esagerazione, ma non lo è affatto. Con le nuove norme sulle lesioni di lieve entità è infatti necessario che l’invalidità permanente risulti da “accertamento clinico strumentale obiettivo”.

Ebbene, quale donna incinta si sottoporrebbe a esami radiografici per evidenziare le lesioni subite, se non perché assolutamente necessarie alla sicurezza sua e del nascituro? Nessuna. Dunque, se la futura mamma avrà dolore al collo, o alla spalla, o ad esempio una costola rotta,

Leggi tuttoDonna incinta tamponata? Niente risarcimento