Danno biologico: l’importanza di una valutazione di parte

Quando si ha la sfortuna di rimanere coinvolti in un incidente stradale e si riportano danni fisici, passato lo spavento ci si comincia a preoccupare degli aspetti burocratici della faccenda, con riferimento al risarcimento che si deve chiedere alla Compagnia assicurativa, che sia la propria in caso di risarcimento diretto, o quella del responsabile dell’incidente, in caso di risarcimento ordinario.

Molte considerazioni, valide a prescindere dalla procedura risarcitoria che si attiverà (diretta o ordinaria), sono state già svolte nell’articolo pubblicato su questo blog intitolato “Quanto vale il mio colpo di frusta”, prima e seconda parte. In particolare è bene ricordare che dopo un incidente, a meno che non si tratti di urti davvero lievi, è sempre opportuno rivolgersi al più vicino pronto soccorso per controlli. Spesso infatti i dolori arriveranno nei giorni successivi, e potrebbe essere tardivo, sia da un punto di vista clinico che giuridico, non certificare fin da subito le lesioni subite.

Leggi tuttoDanno biologico: l’importanza di una valutazione di parte

Gia’ KO le “Tabelle Tagliarisaricmenti”: approvata alla Camera una mozione per il ritiro del decreto

Giornata calda lo scorso 26 ottobre 2011 alla Camera dei Deputati per il destino del risarcimento delle macrolesioni conseguenti ai sinistri stradali. Seguendo l’Ordine del Giorno, sono andate ai voti diverse mozioni riguardanti lo schema di decreto attuativo dell’art. 138 d.lgs. 209/2005, che introduce una tabellazione unica nazionale per le lesioni pari o superiori al 10%, derivanti dalla circolazione dei veicoli e dei natanti.

Leggi tuttoGia’ KO le “Tabelle Tagliarisaricmenti”: approvata alla Camera una mozione per il ritiro del decreto

Danno Biologico: anche l’ISVAP chiede le tabelle nazionali per le macrolesioni

Il 22 giugno a Roma, il vicepresidente dell’ISVAP, Flavia Mazzarella, ha esposto in Parlamento le conclusioni di un’indagine conoscitiva sull’andamento del mercato assicurativo, nell’ambito della “Commissione Straordinaria per la verifica dell’andamento generale dei prezzi al consumo e per il controllo della trasparenza dei mercati”.

Parte rilevante dell’osservazione da parte dell’ISVAP ha riguardato l’RC Auto, con una sostanziale conferma dei noti problemi che affliggono il settore, chiamando in causa il malfunzionamento del risarcimento diretto e del meccanismo del bonus malus, le frodi, l’insufficienza dei comparti liquidativi delle compagnie e, tema caldo di questo periodo, la mancanza di attuazione dell’art. 138 del codice delle assicurazioni private, che prevedeva l’emanazione delle tabelle nazionali di legge per il risarcimento delle invalidità permanenti sopra il 9%.

Leggi tuttoDanno Biologico: anche l’ISVAP chiede le tabelle nazionali per le macrolesioni