Il colpo di frusta si vede anche senza lastre: la Medicina Legale italiana contro la L. 27/2012

Dopo l’intervento della Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, di cui abbiamo parlato in un recente articolo (La FNOMCeO sulle “norme anti colpo di frusta”: il medico legale decida in autonomia), ora tutte le maggiori associazioni e i sindacati di medicina legale prendono vigorosamente posizione sulla questione del risarcimento del colpo di frusta e delle lesioni lievi in genere.

Leggi tuttoIl colpo di frusta si vede anche senza lastre: la Medicina Legale italiana contro la L. 27/2012

Donna incinta tamponata? Niente risarcimento

Vorrei poter dire che il titolo è un’esagerazione, ma non lo è affatto. Con le nuove norme sulle lesioni di lieve entità è infatti necessario che l’invalidità permanente risulti da “accertamento clinico strumentale obiettivo”.

Ebbene, quale donna incinta si sottoporrebbe a esami radiografici per evidenziare le lesioni subite, se non perché assolutamente necessarie alla sicurezza sua e del nascituro? Nessuna. Dunque, se la futura mamma avrà dolore al collo, o alla spalla, o ad esempio una costola rotta,

Leggi tuttoDonna incinta tamponata? Niente risarcimento

Attacco al “colpo di frusta”: la legge 27/12 scuote il mondo R.C. Auto

Come anticipato dal precedente articolo “Liberalizzazioni: a rischio i risarcimenti per colpo di frusta”, sembra profilarsi una grande svolta nel mondo dei risarcimenti delle c.d. microlesioni.

Il Decreto detto “liberalizzazioni”, convertito nella legge n. 27 del 24 marzo 2012, contiene infatti una norma, peraltro del tutto avulsa da qualsivoglia spirito liberalizzativo, che sembra voler colpire i risarcimenti per la lesione da incidente stradale più diffusa: il trauma minore del collo, altrimenti detto distorsione del rachide cervicale, altrimenti detto “colpo di frusta”.

Leggi tuttoAttacco al “colpo di frusta”: la legge 27/12 scuote il mondo R.C. Auto