L’incidente in retromarcia e la responsabilità

 

La manovra costituita dal “retrocedere” alla guida di un veicolo è oggetto di una norma del Codice della Strada che raggruppa alcune condotte di guida, considerate maggiormente rischiose. Tale norma, contenuta nell’art. 154 del Codice della Strada, prescrive alcuni accorgimenti, improntati alla prudenza:

I conducenti che intendono eseguire una manovra per immettersi nel flusso della circolazione, per cambiare direzione o corsia, per invertire il senso di marcia, per fare retromarcia, per voltare a destra o a sinistra, per impegnare un’altra strada, o per immettersi in un luogo non soggetto a pubblico passaggio, ovvero per fermarsi, devono:

a) assicurarsi di poter effettuare la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri utenti della strada, tenendo conto della posizione, distanza, direzione di essi;

b) segnalare con sufficiente anticipo la loro intenzione.

Leggi tuttoL’incidente in retromarcia e la responsabilità

Compilare il CAI: l’importanza “cruciale” delle crocette

Quando si viene coinvolti in un incidente stradale, difficilmente si mantiene una totale lucidità. A volte perchè l’urto è stato violento e ha causato stordimento, altre volte per il nervosismo dato dal fatto di aver subito dei danni, a prescindere che ci si ritenga in colpa o meno.

Salvo i casi in cui si rende necessario chiamare i vigili, per la gravità dei danni, per la presenza di lesioni o perchè non ci si trova “in sintonia” con la controparte, nell’immediatezza dell’urto ci si trova alle prese con la redazione di un documento fondamentale per il destino dei propri diritti risarcitori: il modulo di Costatazione Amichevole di Incidente, o CAI, o CID.

Pochi sanno che di tutto il modulo CAI c’è una parte che riveste un’importanza maggiore, e di molto, di tutte le altre. Si tratta della sezione centrale, n.12, dove è richiesto di segnare con delle crocette le “circostanze dell’incidente…utili alla descrizione”.

Leggi tuttoCompilare il CAI: l’importanza “cruciale” delle crocette