La riparazione antieconomica nella giurisprudenza di Cassazione

Assicuriamoci Bene si è già occupato della questione della riparazione antieconomica della vettura danneggiata, che si pone ogni qual volta un veicolo di scarso valore commerciale subisce danni tali da sconsigliarne la riparazione, perchè la legge non permette di riparare l’auto spendendo una cifra “notevolmente superiore” al valore commerciale del veicolo (vedi l’articolo “Danni a veicolo di scarso valore commerciale: che fare?”).

Purtroppo chi possiede un veicolo vecchio deve saperlo: se qualcuno glielo danneggia seriamente, dovrà accontentarsi di cifre che non compenseranno mai il valore che il veicolo ha per il suo utilizzatore.

Leggi tuttoLa riparazione antieconomica nella giurisprudenza di Cassazione

La nuova Rc Auto: risarcimento in forma specifica e riparazione antieconomica

Il 24 dicembre 2013 è entrato in vigore il Decreto Legge 145, detto anche “Destinazione Italia”, che ha modificato le norme del settore Rc Auto in maniera profonda. Cerchiamo di rispondere in più puntate alla domanda generale degli assicurati, “cosa cambia?”

L’art. 8 del D.L. 145/13, dono del governo agli automobilisti giunto alla vigilia di Natale, ha introdotto una serie articolata e controversa di modifiche, anche profonde, alla disciplina della Rc Auto.

Oggi esaminiamo l’introduzione dell’art. 147bis, al d.lgs 209 del 7.9.2005 (Codice delle Assicurazioni Private), rubricato come “Risarcimento in forma specifica”.

Leggi tuttoLa nuova Rc Auto: risarcimento in forma specifica e riparazione antieconomica

Il Decreto “Destinazione Italia” riuscirà a ridurre il prezzo e le frodi dell’ assicurazione auto?

lettaAltre novità assicurative in arrivo? Il Consiglio ha approvato un Decreto legge con importanti novità in ambito assicurativo, in realtà però si tratta di una prosecuzione o rivisitazione di alcune norme introdotte dai precedenti Decreti “Liberalizzazioni” e “Sviluppo bis”.

I temi toccati riguardano ovviamente il prezzo dell’RC Auto: la facoltà per le imprese di proporre la c.d. scatola nera e il risarcimento in forma specifica a fronte di uno sconto per il cliente, rispettivamente di almeno 7% e 5%. Altre misure riguardano il contrasto alle frodi: non cedibilità del diritto al risarcimento del danno (senza approvazione della compagnia) e l’identificazione dei testimoni avvenuta in un momento successivo alla denuncia del sinistro comporta l’inammissibilità della prova. 

Leggi tuttoIl Decreto “Destinazione Italia” riuscirà a ridurre il prezzo e le frodi dell’ assicurazione auto?

Liberalizzazioni: minori risarcimenti in denaro per i danni auto

Il “decreto liberalizzazioni” contiene molte norme che agitano diverse categorie professionali, dunque è giocoforza, con il fragore delle proteste, che alcune norme incisive vengano trascurate, e passino in sordina.

Una di queste norme riguarda la riduzione del risarcimento in denaro del 30% se la Compagnia Assicurativa offre la riparazione in forma specifica (cioè presso una carrozzeria convenzionata) con la garanzia di almeno due anni, e il danneggiato preferisce il denaro.

Leggi tuttoLiberalizzazioni: minori risarcimenti in denaro per i danni auto

Assicurazioni e Carrozzerie: in mezzo l’assicurato

Sempre più Compagnie assicurative propongono le polizze Rc Auto con la clausola “Risarcimento in forma specifica”: propongono tariffe con sconti e agevolazioni, ma per riparare l’auto incidentata chiedono all’assicurato di rivolgersi alle officine convenzionate.

Queste convenzioni consentono alle compagnie di abbattere i costi.

Ma a carrozzieri conviene sottoscrivere questi accordi, e agli assicurati queste tipologie di polizze?

Leggi tuttoAssicurazioni e Carrozzerie: in mezzo l’assicurato